sabato, Maggio 21, 2022
27.4 C
Milano

Fondatori: Gilberto Oneto, Leonardo Facco, Gianluca Marchi

Dopo il vaccino, il 50/60% delle donne ha avuto irregolarità mestruali

Da leggere

di MARCO COSENTINO

Abbiamo studiato le irregolarità mestruali dopo la prima e la seconda dose del vaccino COVID-19. Le donne hanno risposto a un questionario online personalizzato (ClinicalTrial.gov ID: NCT05083065) volto a valutare il tipo di vaccino, la fase del ciclo mestruale durante la quale è stato somministrato il vaccino, l’insorgenza di irregolarità mestruali dopo la prima e la seconda dose e per quanto tempo l’effetto è durato.
Sono state escluse le donne con patologie ginecologiche e non, sottoposte a trattamenti ormonali e non, in perimenopausa o menopausa, nonché quelle che hanno avuto cicli mestruali irregolari negli ultimi 12 mesi prima della somministrazione del vaccino.

Secondo i dati, circa il 50-60% delle donne in età riproduttiva che avevano ricevuto la prima dose del vaccino COVID-19 hanno riportato irregolarità del ciclo mestruale, indipendentemente dal tipo di vaccino somministrato. Il verificarsi di irregolarità mestruali sembra essere stato leggermente superiore (60-70%) dopo la seconda dose. È stato riscontrato che le irregolarità mestruali dopo la prima e la seconda dose di vaccino si sono risolte in circa la metà dei casi entro due mesi.

Sulla base di questi risultati, suggeriamo di considerare questi elementi durante il counseling delle donne che ricevono il vaccino COVID-19, informandole del potenziale verificarsi di irregolarità temporanee e autolimitanti del ciclo mestruale nei mesi successivi.

QUI LO STUDIO

- Advertisement -

Correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

Articoli recenti