sabato, Luglio 2, 2022
33.3 C
Milano

Fondatori: Gilberto Oneto, Leonardo Facco, Gianluca Marchi

Effetti negativi dei Vaccini Covid-19 e misure per prevenirli

Da leggere

di REDAZIONE

♦ “Recentemente The Lancet ha pubblicato uno studio (vedi qui) sull’efficacia dei vaccini COVID-19 e sul declino dell’immunità nel tempo. Lo studio ha mostrato che la funzione immunitaria tra le persone vaccinate 8 mesi dopo la somministrazione di due dosi di vaccino COVID-19 era inferiore a quella tra le persone non vaccinate.”

♦ “Secondo le raccomandazioni dell’Agenzia europea per i medicinali (EMA) (vedi qui) frequenti iniezioni di richiamo per il COVID-19 potrebbero influenzare negativamente la risposta immunitaria e potrebbero non essere fattibili.”

♦ “La diminuzione dell’immunità è causata da diversi fattori. […] le proteine spike non decadono immediatamente dopo la somministrazione dei vaccini ad mRNA. Le proteine spike presenti sugli esosomi circolano in tutto il corpo per più di 4 mesi (vedi qui). Inoltre, studi in vivo hanno dimostrato (vedi qui) che le nanoparticelle lipidiche (LNP) si accumulano nel fegato, nella milza, nelle ghiandole surrenali e nelle ovaie e che l’mRNA incapsulato con le LNP è altamente infiammatorio. […] questo può danneggiare gli organi del sistema immunitario come la ghiandola surrenale.”

“Inoltre, può verificarsi un potenziamento anticorpo-dipendente (ADE) (vedi qui) […]. Il peccato antigenico originale (vedi qui), cioè la memoria immunitaria residua del vaccino [progettato sul virus originale di] Wuhan, può impedire al vaccino di essere sufficientemente efficace contro i ceppi varianti (vedi qui).”

“Alcuni studi suggeriscono un legame tra i vaccini COVID-19 e la riattivazione del virus che causa l’herpes zoster (vedi qui e qui). Questa condizione viene talvolta definita sindrome da immunodeficienza acquisita con il vaccino (VAIDS) (vedi qui).”

♦ “Come misura di sicurezza, le ulteriori vaccinazioni di richiamo dovrebbero essere sospese. […] È stato ipotizzato che ci sarà un aumento delle malattie cardiovascolari, in particolare delle sindromi coronariche acute, causate dalle proteine spike nei vaccini genetici [mRNA] (vedi qui). Oltre al rischio di infezioni dovute all’abbassamento delle funzioni immunitarie, esiste il possibile rischio di danno d’organo sconosciuto causato dal vaccino che è rimasto nascosto senza manifestazioni cliniche apparenti, principalmente nel sistema circolatorio.”

(QUI LA FONTE)

- Advertisement -

Correlati

2 COMMENTS

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

Articoli recenti