lunedì, Ottobre 3, 2022
22.7 C
Milano

Fondatori: Gilberto Oneto, Leonardo Facco, Gianluca Marchi

Ferrero, il comunista che non sa cosa sia la vergogna

Da leggere

di MATTEO CORSINI

Ho sempre pensato che per essere comunista durante la prima metà del secolo scorso servisse una grande ingenuità o una altrettanto grande cattiveria.

Col passare dei decenni, credo che l’orrore e la miseria provocata dai regimi comunisti avrebbe dovuto far cambiare idea anche agli ingenui, per cui l’ingenuità è stata sostituita da una dose crescente di stupidità. Restava, ovviamente, l’alternativa della cattiveria.

Non è semplice classificare chi ancora si definisce (fieramente) comunista, come l’ex parlamentare Paolo Ferrero, il quale ha rilasciato affermazioni agghiaccianti in merito a quanto sta accadendo in Venezuela. Per esempio, difendendo l’operato di Maduro. Dopo aver negato che sia un fallimento del socialismo, Ferrero ha aggiunto: “L’attuale governo agisce nella legalità, sta facendo un ottimo lavoro e prospetta per il Paese una strada democratica”.

Lo si potrebbe considerare una persona che non sa cosa sia la vergogna. E invece dovrebbe vergognarsi parecchio.

- Advertisement -

Correlati

6 COMMENTS

  1. Il socialismo è un delirio, è un insieme di allucinazioni che coinvolgono la vita di un individuo senza che lui possa far nulla. Non ha senso parlare di ingenuità o cattiveria.
    Il delirio socialista ha una forte componente di paranoia, e questo porta alla follia criminale.
    La sinistra è una malattia mentale dalla quale non si guarisce

  2. Le ricordo Malraux: se uno è comunista ed è intelligente, allora è in malafede;
    se uno è comunista ed è in buona fede, allora è un idiota.
    Tertium non datur.

    G. Vigni

  3. Qui non centra nulla il comunismo, c’entra invece gli interessi… Visto che nel venezuela, vi è una grande battaglia per la sovranità dello stato.
    Curioso che qui, vige la disinformazione totale.
    Lo sapete che la costituente da poco votata, cui i partiti filo americani hanno fatto di tutto per boicottare anche con crimini contro il popolo.
    Tante’ che uno degli articoli più “contestati” ha come fine la proprietà dei beni naturali di esclusiva proprietà dello STATO.

  4. Almeno si presenta come comunista.
    Quanti ce ne sono, e ce ne sono, al governo che la pensano come lui e stanno zitti?

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

Articoli recenti