GANDHI AVEVA RAGIONE, IL CAMBIAMENTO DEVE INIZIARE DA NOI

Condividi su MeWe: liberi articoli su liberi social!

di VALERIE DURHAM Gandhi aveva capito tutto quando disse: “Se potessimo cambiare noi stessi, cambierebbero anche le tendenze nel mondo. Come un uomo cambia la propria natura, cambia anche l’atteggiamento del mondo nei suoi confronti. Non dobbiamo aspettare per vedere cosa fanno gli altri”. Dopodiché, ha applicato personalmente quel principio alle sue azioni con impegno e coerenza da cambiare un’intera nazione. La battaglia in questa nazione è iniziata. E non è più solo una battaglia sulle solite policies adottate. I politici e i leader che ora pronunciano la parola “unità” per “combattere” la “divisione”, che ha attanagliato la nostra nazione sempre più incisivamente, hanno poca intenzione di promuovere effettivamente la cosiddetta “unità”. L’unica unità che conta per loro ora è essere d’accordo con loro stessi al 100%! Ammettiamolo: la posta in gioco è diventata troppo alta. Il governo è diventato così grande e così potente,  la posta in gioco finanziaria così alta, che nessuno dei due principali partiti politici sente di potersi permettere di collaborare, di trovare un terreno comune…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
Condividi su MeWe: liberi articoli su liberi social!
Rubriche PensieroLibero