GUAIDÓ: CUBA E VENEZUELA DIETRO LE RIVOLTE IN BOLIVIA E CILE

di MARIETTO CERNEAZ Juan Guaidó ha accusato, martedì scorso, il regime di Nicolás Maduro di finanziare il “vandalismo” in altri paesi dell’America Latina (alludendo alle proteste in Ecuador, Cile e Bolivia) per “destabilizzare” la regione, nonostante la crisi economica del Venezuela: “Maduro sta finanziando le proteste e gli atti di vandalismo presenti nei paesi dell’America Latina. Il regime invia risorse ai suoi alleati per destabilizzare la regione”, ha detto il presidente ad interim nelle dichiarazioni alla stampa quando è entrato nell’Assemblea Nazionale. In fondo, lo stesso Maduro non ha nascosto che “quanto sta avvenendo in Cile è stato organizzato al Foro di Sao Paolo”, che quest’anno ha avuto luogo proprio a Caracas. Guaidó ha sostenuto che, sebbene “ogni paese abbia le proprie dinamiche, è una pratica consolidata quella del regime di Maduro e, in precedenza di (Hugo) Chávez, di inviare finanziamenti attraverso il Forum di San Paolo ai suoi cosiddetti alleati neomarxisti”. Un caso su tutti? “Il caso più noto è stato quando hanno trovato una…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
Print Friendly, PDF & Email
Rubriche FuoriDalMondo