HILTON INVESTE IN 30 ALBERGHI IN UK, MERITO DELLA BREXIT

di FRANCO POSSENTI Un po’ come avvenuto per l’elezione di Trump, anche la bruciante vittoria della Brexit non è mai stata digerita dall’establishment politico, né tantomeno dalla stampa di regime al servizio dell’establishment di cui sopra. Infatti, a dispetto delle previsioni avanzate da molte parti sugli effetti negativi di Brexit sul turismo (basta che andiate a cercarvi le notizie dell’ultimo anno), Hilton rilancia sulla Gran Bretagna con una accelerata degli investimenti. L’imprenditore, supportati evidentemente da previsioni positive per i flussi turistici nei prossimi tempi, ha scelto di mettere in Inghilterra un po’ di denaro. Secondo quanto riporta il sito di informazione trade travelmole.com, la catena alberghiera ha nel cassetto un piano che comprende 30 nuovi alberghi nel Regno Unito nei prossimi 2 anni. Sno Londra, York e Leeds tra le destinazioni coinvolte nei progetti di espansione. A trainare la crescita sarebbe proprio stato il risultato del referendum: in una intervista con il Telegraph, afferma ancora il portale, il presidente Europa di Hilton Simon Vincent ha parlato di…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
CONDIVISIONI
Rubriche Brexit