HONG KONG, I COMUNISTI CINESI ESPELLONO I DEPUTATI NON ALLINEATI

di REDAZIONE

Tutti i deputati pro democrazia del parlamento di Hong Kong (LegCo) hanno annunciato che presenteranno le dimissioni dopo l’espulsione di quattro rappresentanti del Civic Party.

L’allontanamento dei quattro è intervenuto a seguito di una inconsueta decisione del Comitato permanente del Congresso nazionale del popolo, l’organo legislativo di Pechino.

Carrie Lam, la governatrice dell’ex colonia britannica, in una conferenza stampa odierna, ha sottolineato che la misura è stata adottata a Pechino e “annunciata” poi dal suo governo.

I 19 deputati, in una conferenza stampa tenuta lunedì, avevano minacciato la secessione qualora i colleghi, in base alle anticipazioni di stampa, fossero stati cacciati dalla LegCo.

(FONTE: Keystone-ATS)

Rubriche FuoriDalMondo