I 200.000 IN PIAZZA AL GOVERNO CATALANO: INDIPENDENZA O DIMISSIONI! (VIDEO)

di REDAZIONE Le urne del 1 ottobre scorso sono tornate alla ribalta. Il ricordo del referendum dello scorso anno è tornato sulla scena in occasione dell’anniversario di un anno del plebiscito bandito dalla Corte Costituzionale e dal governo spagnolo (con la violenza). Un anniversario che diverse associazioni indipendentiste, raggruppate sotto l’ombrello della “Plataforma 1 d’octubre”, hanno recuperato per chiedere che il Governo prenda ferme misure a favore dell’indipendenza. Un messaggio che la suddetta piattaforma – che include entità come l’ANC, Òmnium e i CDR – ha trasmesso all’Esecutivo catalano, al suo presidente, Quim Torra, e al presidente del Parlamento, Roger Torrent. Giunti alle porte della Camera dei deputati catalana, l’affollata marcia ha consegnato undici urne elettorali provenienti da diverse parti della nazione catalana con il “mandato 1-O”. Un testo che trasmetteva un chiaro mandato: “Abbiamo la forza delle urne, abbiamo la forza della strada, vi chiediamo di adempiere al mandato”. Tanto che i presenti hanno fischiato a Torra e Torrent e hanno chiesto di avanzare…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
CONDIVISIONI
Print Friendly, PDF & Email
Rubriche FuoriDalMondo