sabato, Luglio 2, 2022
33.3 C
Milano

Fondatori: Gilberto Oneto, Leonardo Facco, Gianluca Marchi

Immigrazione, chi paga il viaggio a tutti i clandestini?

Da leggere

IMMIGRAZIONE: A LAMPEDUSA IN NOTTATA ALTRI 310 CLANDESTINIdi GIAN LUIGI LOMBARDI CERRI

Gli sbarchi (o meglio i traghetti gratuiti ) si susseguono incessantemente e così pure aumentano i morti. Le prefiche dei mezzi di comunicazione seguitano a piangere, ma con un obbiettivo surrettizio: trovare qualcuno che “cacci il grano” onde poter continuare il gioco. Con i soldi in tasca i morti sono presto dimenticati!

Ho già scritto qualcosa sull’argomento che merita, tuttavia, a mio modesto avviso, ulteriori approfondimenti. Vorrei che qualcuno degli scienziati che riempiono le pagina di stampa spiegassero le cose ad un povero ignorante come il sottoscritto piantandola, almeno una volta di rimenare le solite frasi “i disperati che fuggono le guerre e i massacri” e “ i migranti che ci portano un arricchimento culturale”. Perché se non la piantano, mi viene il non infondato sospetto che non sappiano niente altro oltre alle due frasi di rito oppure che tengano accuratamente nascosti  obbiettivi non proprio esaltanti. Veniamo al primo interrogativo.

Relativo ai migranti che arrivano dal Senegal, dal Bangladesh, e dalla Siria per non citare gli infiniti altri posti dell’ Africa e dell’Asia. Immaginate ora di essere “disperati” ,voi come loro e di partire, “ a piedi e senza soldi in tasca “ da un paesino sperduto del Senegal.

1.-Prima domanda: chi vi dice , non possedendo voi carte e conoscenze geografiche , in che direzione andare e con destinazione Libia?

2.-Seconda domanda: chi vi dice di andare in Libia, piuttosto che in Tunisia, Algeria , Egitto o vattelapesca?

3.-Terza domanda: siccome strada facendo ( strada lunga migliaia di chilometri) vi verrà anche fame ? Chi vi darà GRATIS da mangiare?

4.-Quarta domanda: chi vi dirà di imbarcarvi sul battello A, piuttosto che sul battello B?

Ed ora una serie di domande un po’ più complesse.

Altra domanda: vi ho detto all’inizio “immaginate di essere dei disperati” e quindi senza un quattrino in tasca. Nel momento che vi chiedono 2000 $ per il passaggio, che fate? 2000 $, così si dice insistentemente, quindi non lo posso dimostrare, ma so per certo che se volete clandestinamente passare nella “lontanissima “ Svizzera, dovete sganciare sull’unghia 500 euro. Quindi se tanto mi dà tanto! Siccome non ho fatto il “bimbobimbo” sino a 5 minuti fa mi arrischio a fare quattro conti  da manager.

Dicono, e ci credo, che sono state importate in Italia 100.000 persone che moltiplicate per 2000 $ fa un fatturato di 200 milioni di $. Mica male? Chi lo gestisce? E chi gestisce pure la ricerca e l’acquisto dei battelli, la ricerca dei piloti ed il loro rimpatrio? E’ un’azienda di discrete dimensioni, perbacco!

Altro che i migranti fuggenti. Ora immaginiamo che i “disperati “ non paghino. Chi paga al loro posto una cifra così “ridicola”? E chi paga lo fa “per la maggior gloria di Dio” o pensa di avere un rientro in una qualsiasi forma materiale?

Ora se passiamo in rassegna tutti quelli che al mondo possono gettare al vento una cifra del genere sono solo due: la Chiesa e i petrolieri Arabi. La Chiesa tenderei ad escluderla perché perfino le Crociate le ha pagate con le prediche e gli incitamenti, ma i soldi, la pecunia, i sesterzi  hanno dovuto metterli gli altri.

Rimangono i petrolieri Arabi. Perché ricchi e perché maomettani. Non certo quelli dell’Arabia Saudita ai quali dei “disperati” non importa proprio nulla. Basta essere stati in Arabia per vedere come vengono trattati (a scudisciate) perfino gli amati palestinesi. Rimangono gli Arabi dei paesi ostili all’America, agli Europei e in una parola ai cristiani. Parlano tanto della tirchieria dei genovesi e degli ebrei, ma quella degli arabi non è sicuramente inferiore.

E allora? Allora vuole semplicemente dire che, a mio molto modesto avviso, il tutto fa parte di un piano ben accuratamente preparato  di cui parleremo in una seconda parte.

CONTINUA

- Advertisement -

Correlati

5 COMMENTS

  1. Ottimo articolo con una visione finalmente globale del problema. Anch’io nel mio piccolo da tempo mi chiedevo dove trovassero i soldi e allo stesso tempo avevo pensavo anch’io alla questione logistica. Se con una carretta arrivano in 500 e poi ci costano 30 euro al giorno, sono 15.000 euro al giorno, di conseguenza perchè non sguinzagliare i servizi segreti e mandarli in nord africa a comprar tutte le carrette del mare che ci sono in giro e rottamarle? Ipotizziamo un costo barchetta, più costo smaltimento in loco o in Sicilia pari a 150.000 cadauna? Dite che è caro? Per me è un affare sono il costo che dobbiamo sostenere per 10 giorni per gli immigrati che arriverebbero con quella carretta e state pur sicuri che noi li manteniamo per molto più di 10 giorni!!!!!!!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

Articoli recenti