giovedì, Ottobre 28, 2021
8.7 C
Milano

Fondatori: Gilberto Oneto, Leonardo Facco, Gianluca Marchi

In Italia prima si paga e poi si chiede il rimborso

Da leggere

di MATTEO CORSINI

Il governo ha introdotto agevolazioni per gli under 36 che acquistano la prima casa, con l’azzeramento delle imposte dovute per la compravendita e il contratto di mutuo, fornendo inoltre una garanzia sul 20% in modo tale da consentire l’erogazione di mutui fondiari fino al 100% del valore dell’immobile.

La ratio del provvedimento, che lo si condivida o meno, è chiara. Pare non lo sia per l’Agenzia delle Entrate, però, che rispondendo a un interpello ha concluso che le imposte dovute sul contratto preliminare sono comunque da versare. Il tutto afdottando un approccio fastidiosamente letterale.

Una volta stipulato il contratto definitivo potrà poi essere chiesto il rimborso di quanto versato sul preliminare.

Come si fa a riempirsi la bocca di “fisco amico” (un insopportabile ossimoro) o di un più pudico “fisco collaborativo” quando poi continuano a verificarsi cose del genere, in cui i pagatori di tasse sono trattati peggio che sudditi?

- Advertisement -

Correlati

2 COMMENTS

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

- Advertisement -

Articoli recenti

error: Content is protected !!