domenica, Giugno 23, 2024
16.5 C
Milano

Fondatori: Gilberto Oneto, Leonardo Facco, Gianluca Marchi

Io non perdono gli ingegneri

Da leggere

di LEONARDO CANNAVÒ

Sugli economisti ho perso le speranze. Ne capivano gli economisti dell’innovazione, ma sono praticamente scomparsi, anche perché il loro settore accademico non è SECS-P/01 (Economia politica), che è di arrivo e di massimo prestigio, ma SECS-P/06 (Economia applicata), considerato minore e se capita di fuga .

Ma un tecnico (basterebbe un perito industriale!) non può non cogliere le vagonate di sciocchezze in merito all’elettrificazione obbligatoria della trazione pubblica e privata.

Si faranno navi elettriche (e sì, visto che non meno dei 2/3 delle polveri sottili prodotte viene dalle navi porta container)? E aerei elettrici? E camion elettrici, che mentre si riforniscono fanno squagliare i surgelati? Non è una guerra di religione, ma di FATTIBILITA’, VANTAGGIO TECNICO, ANALISI COSTI/BENEFICI, che sono connaturati alla preparazione tecnica di un qualsiasi ingegnere, non solo meccanico.

Insistere su questa scelta demenziale e dannosa – non solo per l’economia e la società, ma anche per l’ambiente: la produzione di qualsiasi energia inquina, è solo una questione di spazio e tempo; ma “quando arriva arriva” – è un diktat da rifiutare senza se e senza ma. Con qualche contenuta e limitata eccezione: microcar elettriche e microtruck elettrici per i centri cittadini.

E’ chiaro che chi di fisica, chimica, energia, ambiente, innovazione e motori sa poco e nulla è facilmente ingannabile e manovrabile. Ben lo sanno i media – che erano e restano di regime – ove si invitano non tecnici ed esperti di innovazione, ma giornalisti schierati a prescindere.

La finalità reale è l’accentramento del potere, la limitazione della libertà e mobilità individuale, l’appiattimento degli stili di vita e di consumo, a tutto vantaggio del blocco cinese (che diverrà, grazie ai guerrafondai, russo-cinese) e la definitiva distruzione post-coloniale dell’Africa. Poi, con calma, qualche ingegnere dei VV.FF. spiegherà cosa succede quando (alquanto spesso) un’auto elettrica prende fuoco. Grazie per l’attenzione.

Correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Articoli recenti