lunedì, Settembre 26, 2022
12.9 C
Milano

Fondatori: Gilberto Oneto, Leonardo Facco, Gianluca Marchi

ITA, il conto della compagnia di bandiera potrebbe aumentare ancora

Da leggere

di MATTEO CORSINI

Il governo ha scelto di trattare in esclusiva con il fondo Certares, alleato di Delta e Air France, per la cessione del controllo di ITA Airways, ossia l’ennesima reincarnazione di Alitalia. L’offerta è stata preferita a quella di Lufthansa MSC, contrariamente alle aspettative. Secondo il MEF, l’offerta Certares-Delta-Air France è “maggiormente rispondente agli obiettivi fissati dal Dpcm”.

A fronte di una valutazione economica simile tra le due offerte, quella prescelta “è risultata superiore a quella di Msc e Lufthansa, che non è stata significativamente modificata nel corso della procedura, sotto tutti i profili richiesti dal Dpcm, in particolare il valore e il piano industriale”.

Il MEF manterrebbe una quota poco sotto la metà del capitale sociale, a fronte del diritto di veto su alcune materie riservate, la nomina del presidente del Cda e il gradimento sull’Ad. Vendendo a Lufthansa-MSC sarebbe sceso al 20% del capitale.

Senza entrare nel merito delle due offerte, la questione è che più alta resta la partecipazione del MEF, maggiori sono i rischi per i pagatori di tasse di dover in un futuro non troppo lontano vedere crescere il conto di 14,5 miliardi di denaro già bruciato dalla compagnia aerea in circa cinque decenni.

E con il partito che è primo nei sondaggi che è contrario alla vendita, le cose potrebbero andare come nel 2008. Non una prospettiva entusiasmante.

- Advertisement -

Correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

Articoli recenti