sabato, Maggio 21, 2022
19.5 C
Milano

Fondatori: Gilberto Oneto, Leonardo Facco, Gianluca Marchi

Ketanji Brown Jackson, la candidata di Biden che non può dire cosa è una donna

Da leggere

di PIERGIORGIO MOLINARI

Ketanji Brown Jackson è la candidata di Biden alla Corte Suprema americana. Durante le audizioni al Senato americano per la sua conferma, le è stato chiesto di definire la parola “donna”.

“Non posso”, ha replicato la candidata all’organo di vertice del sistema giudiziario USA. “Non può?” ha incalzato chi la interrogava. “Non in questo contesto. Non sono una biologa,” ha farfugliato lei.

Il surreale scambio riassume la putrefazione etica e politica di questa fase storica: se l’Occidente – espresso dalla sua massima potenza culturale ed economico-militare – per stordimento ideologico non è più in grado neppure di definire cosa sia una “donna”, non ci si può stupire se poi vi sia chi vede nella Russia autocratica ma vitale, o nella Cina totalitaria ma vincente, un’alternativa al nostro totalitarismo nichilista e alla nostra autocrazia acefala.

Un’altra colpa da aggiungere al lungo elenco di mostruosità che non perdonerò mai a questi criminali idioti e assassini e ai loro volenterosi complici mascretinati – ieri col braccino inoculato, oggi con le bandierine sul profilo, eternamente servi, incommensurabilmente vigliacchi, infinitamente stupidi.

- Advertisement -

Correlati

4 COMMENTS

  1. Avrà sbagliato la risposta, ma anche la domanda è cretina, voleva intendere che in quel contesto, Lei, non doveva rispondere sul genere di una persona fisica o giuridica per cui è chiamata a giudicare. Non Ti sembra ovvio, caro Piergiorgio, tale sottinteso per la nostra cultura del diritto occidentale?
    Michele Albo

  2. Un’altra colpa da aggiungere al lungo elenco di mostruosità che non perdonerò mai a questi criminali idioti e assassini e ai loro volenterosi complici mascretinati – ieri col braccino inoculato, oggi con le bandierine sul profilo, eternamente servi, incommensurabilmente vigliacchi, infinitamente stupidi.

    94 minuti di applausi !!!!

  3. “Mostruosità che non perdonerò mai…” Già, ma a loro cosa importa del nostro mancato perdono? Hanno il sufficiente potere in mano per pretendere che debbano essere quelli come noi a dover chiedere perdono se non si vuol perdere anche quel poco che ci è rimasto.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

Articoli recenti