LA “CONTRO-ECONOMIA” E BITCOIN CI GARANTIRANNO LA LIBERTÀ

di GRAHAM SMITH Contro-economia e SEK III Abbreviazione di “economia anti-establishement”, la contro-economia è qualsiasi attività economica non violenta che si svolge al di fuori della sfera di competenza dello Stato o che semplicemente non ne tiene conto. Il concetto è stato diffuso negli ambienti libertari in gran parte dall’agorista Samuel Edward Konkin III, o “SEK III”, e comprende qualsiasi atto non violento del libero mercato che sia in contrasto con le leggi e le norme statali. Per esempio, qualcosa di così piccolo come vendere al mercato delle pulci è contro-economia. Non dichiarare il reddito a un’agenzia fiscale che alimenta la guerra e invade la privacy, o gestire un marketplace nel dark web come Silk Road (il fondatore di Silk Road è ancora oggi ingiustamente carcerato, ndr). Dipingere una recinzione per un vicino ed essere pagati in nero. Allestire un chiosco di frutta lungo la strada o un servizio di car pooling (condivisione di auto) senza licenza. Questi sono tutti esempi di attività contro-economica. Samuel…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
Print Friendly, PDF & Email
Rubriche ControPotere