LA TECNOLOGIA NON METTE FINE ALLA POVERTA’. SERVONO I RISPARMI

Condividi su MeWe: liberi articoli su liberi social!

di FRANK SHOSTAK Secondo alcuni commentatori come il premio Nobel per l’economia Paul Romer, la conoscenza tecnica è la chiave della crescita economica. Ma se questo fosse il caso, perché le economie del terzo mondo continuerebbero ad essere povere? Dopo tutto, gli individui in queste economie hanno accesso alle stesse conoscenze tecniche del mondo sviluppato. Un attento esame, tuttavia, mostra che la chiave della crescita economica è rappresentata dal bacino dei beni di consumo, o il “fondo di sussistenza”. I beni di consumo e la crescita economica Per mantenere la vita e il benessere, l’uomo deve avere a disposizione una quantità adeguata di beni di consumo finali. Questi beni, tuttavia, non sono immediatamente disponibili – devono essere estratti dalla natura. Inoltre, senza strumenti a sua disposizione, l’uomo può assicurarsi dalla natura solo i beni minimi per la sua sopravvivenza. Questo principio può essere illustrato con un semplice esempio. Per esempio, prendiamo un individuo, John, bloccato in una foresta. Per rimanere vivo, deve raccogliere delle mele…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
Condividi su MeWe: liberi articoli su liberi social!
Categories Denari Raggio di sale