LE DUNE DI CHIA, EVVIVA GLI AMBIENTALISTI CHE PAGANO DI TASCA PROPRIA

di LEONARDO FACCO C’è ambientalismo e ambientalismo! Quello che va per la maggiore, fondato su false teorie scientifiche e appropriazione indebita del frutto del lavoro altrui, è un cancro. Quello che rispetta i diritti di proprietà, invece, merita un plauso. Ieri, è apparsa questa notizia: “Le dune di Chia, sulla costa sud occidentale della Sardegna, ora sono in mani sicure: le hanno acquistate gli ambientalisti del Gruppo d’Intervento giuridico. Una parte consistente delle caratteristiche collinette di sabbia famose in tutto il mondo, quasi un marchio di fabbrica dell’isola, sono nelle mani degli ecologisti per un totale di 4 ettari. Il preliminare di vendita, con una controparte privata, è stato siglato nello studio di un avvocato di Cagliari per un valore di 100mila euro. Il Grig, associazione nota per le molte battaglie combattute anche nei tribunali in nome dell’ambiente, ha firmato dal notaio un preliminare di acquisto per un’area di quattro ettari. Il gruppo l’ha comprata per 100mila euro da un privato che l’aveva ricevuta in…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
CONDIVISIONI
Print Friendly, PDF & Email
Rubriche PensieroLibero