venerdì, Dicembre 9, 2022
4.5 C
Milano

Fondatori: Gilberto Oneto, Leonardo Facco, Gianluca Marchi

L’Emergenza sanitaria perpetua non è un problema

Da leggere

di MAURO GARGAGLIONE

Nonostante il cambio del governo, il nuovo ministro della salute non pensa minimamente a uscire dalla logica dell’emergenzialismo sanitario abbandonato da tempo dalle altre nazioni. Personalmente sono tra quelli che lo avevano vaticinato, e del resto bastava usare un po’ di logica.

Se il carrozzone covidiocratico che, ricordiamo, ha rappresentato una ghiottissima occasione politica per un all-in su nuovo debito aggiuntivo, e un arricchimento stratosferico per pochi a spese dei molti – oltre ai proventi stellari delle big-pharma pensiamo, ad esempio, al flusso di denaro pubblico che si è riversato a sostenere non solo i “giornaloni” ma anche i “giornaletti di provincia” che si allineavano alla liturgia istituzionale anche collaborando alla diffusione di dati taroccati – è lampante il fatto che di basi scientifiche non vi fosse neanche l’ombra.

In questi giorni la polemica con la Francia sui clandestini, giustificatissima per carità, è un colpo da maestro. Viene incontro all’impulso manifestato dalle pecore di non dividere il loro ovile con pecore estranee. Ovile che, sempre la politica, ha spalancato scriteriatamente per i propri scopi (turpi) e le proprie ideologie quando gli conveniva farlo.

Certo è che se l’85% di pecore si è giudiziosamente fatto plurisiringare, e sono certo che continuerà a farlo, l’ultima delle emergenze inventate ad hoc contro cui ribellarsi è propriamente quella sanitocratica. Rimane perciò in piedi e svettante solo quella dei clandestini.

Giorgia Meloni ha ragione quando dice che ha “ricevuto il mandato” dagli italiani per risolvere quel problema. Green Pass, multe, mascherine, obblighi punturali, non sono un problema per la maggioranza evidentemente, maggioranza che assai probabilmente si avvierà mansueta e confidente alle prossime dosi di farmaci sperimentali. Quindi perchè metterci mano? E le minoranze che non obbediscono? Perseguitiamole, sono perdenti.

- Advertisement -

Correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

Articoli recenti