sabato, Maggio 21, 2022
18.5 C
Milano

Fondatori: Gilberto Oneto, Leonardo Facco, Gianluca Marchi

L’OMS conferma l’inefficacia dei vaccini. Ma ne vorrebbe di nuovi!

Da leggere

di MARIETTO CERNEAZ

L’OMS, non a caso diretta dal marxista leninista Gebreyesus, è protagonista assoluta del Grande Reset in corso. Senza le sue prese di posizione (spesso contraddittorie, giusto per creare dissonanza cognitiva), senza la sua vicinanza alla Cina, senza i soldi di Gates & Company non staremmo vivendo questa follia distopica.

Eppure, nonostante attesti ufficialmente che i “vaccini” Covid-19 in circolazione siano inutili e poco efficaci, ecco che torna a chiederne di nuovi, nonostante si sappia da sempre che i virus Rna continuino a mutare e mai, ad esempio, è stato realizzato un vaccino contro l’HIV.

  • “Sono necessari e andrebbero sviluppati vaccini contro il Covid-19, che abbiano un alto impatto sulla prevenzione dell’infezione e della trasmissione, oltre che sulla prevenzione di malattie severe e morte. Non bastano booster con attuali”.

Lo affermano gli esperti dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, che implicitamente affossano i sieri in circolazione, ma che al contempo avvertono “contro l’emergere di nuove varianti non è utile continuare ad effettuare richiami con i vaccini già esistenti. Una strategia di vaccinazione basata su richiami ripetuti dei vaccini attuali ha poche possibilità di essere appropriata o sostenibile”, spiega l’Oms.

Il fallimento vaccinale è certificato anche dal Governo inglese, che ci ricorda che i 4/5 dei morti nelle ultime tre settimane sono pienamente vaccinati. Inoltre, come confermato dal professor Vaia – il 95% dei doppio-siringati sono ricoverati in Terapia intesiva allo Spallanzani, a dimostrazione che non solo la doppia vaccinazione equivale a non essersi vaccinato ai fini della protezione, ma che da ora chi non ha fatto la terza dose viene ricoverato e classificato negli ospedali come “No.vax”.

Sulla scorta di quanto affermato dal premier spagnolo, è ora e tempo che “si tratti il Covid come una normale influenza e mettere fine alle restrizioni”. Del resto, dal primo giorno in cui venne sancita l’emergenza chi non si abbevera al Grande fratello televisivo sa bene che le terapie domiciliari non solo sono efficaci (percentuale di guarigione del 99,9%), ma grazie a medici per bene si usano sin dall’inizio di questa tragica farsa pandemica.

Come ha, peraltro, ribadito il professor Luigi Cavanna, “Basta emergenza senza senso. Contro Covid spesso bastano cure a domicilio, semmai chi ha un cancro non può operarsi a casa. Troppi muoiono per tumori e infarto nell’anonimato. Dopo due anni è sempre più difficile da accettare questa situazione.” (Leggi qui).

- Advertisement -

Correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

Articoli recenti