Palazzago, al sindaco leghista piacciono i volantini tricolore

di TONTOLO Cosa volete, l’indipendentismo è fatto anche di piccoli segnali, costanti, che vanno in una certa direzione, quella della libertà. Due giorni fa, su queste pagine, è stato esaltato il gesto di due campioni del motociclismo, che in pista hanno declinato l’invito a girellare trionfalmente con in mano la bandiera spagnola, da loro – catalani – considerata la bandiera dello Stato occupante. In Italia, anzi in Padania, anzi nella Bergamasca dei 300.000 giovani e forti, e pure armati secondo Bossi, la linea da seguire è quella del nuovo (ma vecchio) segretario provinciale: tricolori a tutto spiano ed omaggio alla bandiera più amata da Napolitano. A Palazzago, l’amministrazione leghista ha reso omaggio ai concittadini caduti durante la Seconda Guerra Mondiale mettendo a conoscenza la cittadinanza del rientro di tre salme dal cimitero di Amburgo, con dei volantini dal raro sapore nazionalista, considerato poi che quella guerra fu voluta da un regime fascista e negatore di ogni autonomia locale. Ma che volete, Rundolph Bourne diceva che…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
Rubriche Lo scemo del villaggio