mercoledì, Novembre 30, 2022
4 C
Milano

Fondatori: Gilberto Oneto, Leonardo Facco, Gianluca Marchi

Per gli americani obama e’ il peggior presidente della storia

Da leggere

obama4di FRANCO CAGLIANI

Uno dei più feroci critici dell’amministrazione Obama è sempre stato Ron Paul, candidato del partito Repubblicano alle ultime due elezioni presidenziali, che non ha mai lesinato le leggi volute da Obama oggi (ma anche da Bush prima) contro le libertà individuali, oppure contro l’interventismo smodato in tutto il mondo dell’esercito americano, non ultimo il caso ucraino.

Ed ora, arriva la conferma anche degli americani. Infatti, non c’è pace nei sondaggi per Barack Obama.

Il presidente ha raggiunto un altro primato negativo, quello di presidente più impopolare degli ultimi 70 anni, peggio anche del suo predecessore George W. Bush.

Secondo l’ultima ricerca della Quinnipiac University, per il 33% degli americani l’attuale commander in chief è il peggiore dall’epoca della Seconda Guerra Mondiale, mentre il 28% pensa la stessa cosa di George W. Bush. In materia economica sarebbe fallimentare per il 55% dei suoi concittadini, in politica estera per il 57%. Fallimentare in materia di riforma sanitaria, così e così (50% di consenso) in tema ambientale. 

 

- Advertisement -

Correlati

2 COMMENTS

  1. Con il suo intervento esecutivo a favore dei clandestini minorenni, Obama e’ riuscito a svegliare non pochi americani bianchi riguardo alle sue intenzioni di deeuropeizzare gli Stati Uniti, con il beneplacito dell’elite del paese. Quando (i vertici del Partito repubblicani prima o poi dara’ il loro consenso) arrivera’ l’amnistia il Partito democratico si trasformera’ nel partito permanente, ed e’ bene che sia cosi’. Gli americani di origine europea dovranno insistere sul loro legittimo diritto a un’identita’ etnica prima che il loro declino si possa fermare.

    Spero che questo commento relativamente innocuo riesca a passare moderazione.

  2. Poteva essere peggio, McCain come presidente avrebbe bombardato l’Iran, se non l’avesse invaso, pur di accontentare i suoi sostenitori neocon. Inoltre, Obama ha contribuito notevolmente a accrescere l’aspetto razziale della politica americana. Prima o poi il Partito repubblicano gli concedera’ la sua amnistia, e quindi rendera’ il Partito democratico imbattibile alle urne (visto che e’ sempre stato e lo sara’ sempre il partito di preferenza degli ebrei, i neri e gli ispanici e che c’e’ in corso un cambiamento demografico a scapito dei bianchi).

    Nonostante che i vertici del Partito repubblicano siano dominati dai neocon, i quali rispettano l’identita’ etnica solo nel caso del loro beniamino mediorientale, la base del partito sara’ sempre piu bianca, etnicamente radicalizzata e disperata. La sconfitta del gentiluomo Ron Paul per mano del suo proprio partito (in particolare la RJC) vuol dire che il prossimo sfidante al Sistema
    sara’ molto meno cavalleresco nelle sue mosse.

    Obama rappresenta il volto vendicativo delle minoranze e dobbiamo essergliene grati.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

Articoli recenti