mercoledì, Agosto 17, 2022
21.4 C
Milano

Fondatori: Gilberto Oneto, Leonardo Facco, Gianluca Marchi

Somaliland, in America per vedere riconosciuta l’indipendenza

Da leggere

di REDAZIONE

Muse Bihi Abdi, leader della regione semiautonoma del Somaliland, ha esortato la comunità internazionale a riconoscere la richiesta di indipendenza del suo territorio perché, a suo parere, i negoziati con la Somalia sono falliti. Abdi ha detto che in un decennio di colloqui “la Somalia ha dimostrato una totale mancanza di interesse per un dialogo costruttivo”, costringendo il Somaliland a portare avanti la sua ricerca di riconoscimento internazionale come Paese indipendente. “Il dialogo non è riuscito a raggiungere i suoi obiettivi”, ha affermato a Washington il 15 marzo scorso, in un evento ospitato dalla Heritage Foundation, il think tank conservatore statunitense.

Kevin Roberts, presidente della Heritage Foundation, ha affermato di ritenere che “Stati Uniti e Somaliland dovrebbero essere partner forti”. In una regione assediata dalla violenza e dalla minaccia degli estremisti, un Somaliland relativamente calmo offre agli Stati Uniti la possibilità di “un partenariato veramente sostenibile” nel Corno d’Africa, ha affermato Roberts. “Questo territorio ha creato con un sistema e un processo democratico. Non è perfetto, proprio come nessun sistema democratico è perfetto – ha affermato -. Ma il vecchio proverbio recita: il carattere è il modo in cui ti comporti quando nessuno ti guarda. Il Somaliland è rimasto fedele alla democrazia quando quasi nessuno se ne è accorto”.

Abdi, presidente del Somaliland dal 2017, ha affermato di “perseguire tutte le strade disponibili” per affermare l’autonomia del suo territorio dalla Somalia. “La comunità internazionale ha l’obbligo morale di sostenere la ricerca del riconoscimento internazionale da parte del Somaliland”, ha affermato. Il Somaliland non ha relazioni diplomatiche formali con gli Stati Uniti, ma Abdi ha affermato di volere che gli Stati Uniti si uniscano ad alcuni Paesi che hanno una propria presenza diplomatica ad Hargeisa, la capitale.

Il Somaliland è strategicamente situato vicino al Golfo di Aden e Abdi ha parlato dei recenti sforzi del suo governo per ristrutturare il porto di Berbera nel tentativo di aprire la regione al commercio globale. Con oltre tre milioni di cittadini, si è staccato dalla Somalia nel 1991 quando il Paese è sprofondato in un conflitto guidato dai signori della guerra. Nonostante la mancanza di riconoscimento internazionale, il Somaliland ha mantenuto il proprio governo, la propria valuta e un proprio sistema di sicurezza indipendenti. La regione è in gran parte riuscita a tenere elezioni regolari nel corso degli anni, comprese il voto parlamentare tenutosi l’anno scorso.

La Somalia vede ancora il Somaliland come parte del suo territorio. Non è chiaro come il governo federale somalo risponderà alla mossa del Somaliland di chiedere il riconoscimento internazionale come Paese indipendente. Dal 2012 diversi round di colloqui sulla possibile unificazione non sono arrivati a una svolta. Abdi ha detto nel suo discorso che la guerra in Ucraina ha riportato alla memoria ricordi dolorosi del conflitto militare mortale con la Somalia. “Sentiamo il dolore e l’angoscia che prova il popolo ucraino perché abbiamo vissuto la stessa esperienza”, ha detto.

- Advertisement -

Correlati

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

Articoli recenti