venerdì, Gennaio 28, 2022
2.7 C
Milano

Fondatori: Gilberto Oneto, Leonardo Facco, Gianluca Marchi

Sono vaccinato Pfizer-Biontech con due dosi. Sono “No Green Pass”

Da leggere

di GIUSEPPE SOTTERO*

Lo psicologo Frankl, dopo l’esperienza nel campo di concentramento di Buchenwald, ha scritto migliaia di pagine per dimostrare che una delle pulsioni più forti dell’essere umano, insieme alla sessualità ed all’istinto di conservazione, è la ricerca di significato: il desiderio di capire e di essere capito.

Molti amici o conoscenti che non condividono i miei dubbi sulla campagna vaccinale e la mia repulsione pr il green pass, sostengono che i “no vax” siano solo egoisti, ignoranti ed invasati. Alcuni di questi sono “radicalizzati” ed assolutamente convinti che ci sia una sola verità, non disponibili ad ascoltare, ed in questo caso evito di discutere il tema con loro. Per queste persone sarà inutile proseguire con la lettura, che li farà solo innervosire. Con gli altri, invece, provo a condividere le seguenti considerazioni:

  • – Il 90% dei vaccinati ha scelto di farlo dando fiducia non alla scienza promossa dal governo e dai media (la vera scienza è tuttora alquanto divisa), e quindi ai politici ed alla comunicazione main-stream. Molti di loro l’hanno fatto per egoismo, per rischiare di meno per sé e per i figli; altri solo per altruismo e contribuire a debellare il virus. Alcuni per entrambi questi motivi. Altri per poter andare al ristorante od in palestra. In quale percentuale non è dato a nessuno saperlo.
  • – Tra i non vaccinati c’è chi si è informato a fondo e ben di più di quasi la totalità dei vaccinati, c’è chi diffida dei suoi governanti e dei mass media main-stream dopo tutte gli errori e le promesse non mantenute, chi è molto dubbioso se dare fiducia ad alcuni medici onnipresenti in TV quali Burioni, Galli,, Bassetti, od a politici ignoranti e raccomandati che propongono di seviziare e far soffrire i no green pass, chi nel dubbio è solo impaurito, chi odia il fatto stesso di essere ricattato (niente lavoro né guadagno) attraverso il green pass, chi considera criminale la sospensione o radiazione di medici non vaccinati. Chi solo preferisce aspettare per capire a cosa serve la 3 dose (non ci sono documenti ufficiali divulgati circa gli studi fatti), se ne servirà una ogni sei mesi, perché la 3 dose è uguale alla seconda e non modificata per la Variante Delta, perché Pfizer ha modificato il vaccino per adattarlo ai bimbi e ridurre gli effetti avversi per loro, se veramente non ci sono rischi per donne incinte e nascituri…. Diciamo che la variabilità dei motivi è molto molto ampia, e spesso non legata all’egoismo.
  • – Tutte queste persone non vaccinate sono intelligenti come i vaccinati, e sono meglio o peggio informate a seconda dei punti di vista, sono essere umani, colleghi, parenti, medici ed infermieri che hanno combattuto la pandemia, in generale brave persone come gli altri.

Sono convinto che molti no green pass, o contrari a questo vaccino, siano spinti dalla pulsione naturale dell’uomo di comprendere e capire ciò che vuole o gli viene chiesto di fare. E’ una pulsione naturale, assecondata nei regimi democratici e contrastata in quelli dittatoriali. Gli viene detto che debbono fidarsi della scienza… ma solo di quella allineata al governo.

Io sono un doppio vaccinato dubbioso, come moltissimi. Ed una persona che ha cercato di comprendere, di informarsi, rifiutando di fidarmi di certi personaggi: esco dalla stanza se la TV mostra i giornalisti ed i virologi che reputo essere servili o corrotti, al punto da non guardare alcun talk show o telegiornale main-stream pieno di fake news pro vax, mentre al contrario riconosco che i social siano anche infarciti di molte fake news no vax.

Vorrei che questa contrapposizione tra vaccinati e non vaccinati potesse aver fine: qualsiasi vaccinato (come me) in buona fede può comprendere chi non vuole vaccinarsi o non vuole che i propri figli siano obbligati a farlo per lavorare e studiare: gli basterà consultare internet e, pur mantenendo la propria posizione a favore dei vaccini, ascoltare voci alternative alla stampa e tv main-stream per comprendere i dubbi dei suoi amici o parenti non vaccinati.

Qualche mese fa, all’inizio di questa contrapposizione sociale, avevo scritto una lettera personale educata e rispettosa a Mario Draghi, chiedendo a lui od al membro del suo staff di inviarmi almeno un riscontro di avvenuta ricezione. Non ho ricevuto alcuna risposta, e mi chiedo a cosa serva la sua mail istituzionale aperta a tutti i cittadini.

Mi permetto quindi di invitare il presidente del consiglio dei ministri, sperando che un uomo della sua età abbia a cuore la sorte del paese che guida, a ritagliarsi del tempo per approfondire, rallentare la corsa tipica dei capi militari e finanziari, ad approfondire il tema sia dal punto di vista scientifico che da quello sociologico, di ascoltare altri all’infuori dei “medici” del CTS, di dubitare dei burocrati del sistema sanitario/politico centrale, di comprendere che molti dei “no green pass” o “no vax” (brutta definizione offensiva) hanno un impulso umano che li porta a capire e comprendere prima di accettare.

La storia, forse, ci dirà se il presidente del consiglio meriterà di essere ricordato in un modo o nell’altro, sia sul tema scientifico della vaccinazione che su quello etico e politico relativo al suo rispetto per i cittadini. Vista la mia esperienza professionale, ritengo sarà difficilissimo od impossibile che i leader (politici, sanitari, industriali, sindacali) che hanno preso una certa direzione possano tornare indietro autonomamente:

  • – Le multinazionali del farmaco perseguono il massimo profitto per i loro azionisti: massimizzare le vendite al prezzo più alto, di un unico prodotto standardizzato (immaginate l’impatto di un miglioramento del vaccino sulla gestione logistica mondiale oltre che sulla fiducia dei clienti), il più a lungo possibile, alla massima platea di cittadini ovunque nel mondo;
  • – I leader politici e sanitari (CTS; Ordini…) avrebbero solo da perdere, con risarcimenti stellari ai lavoratori colpiti ed ai cittadini morti o menomati a causa dal vaccino: questo basta a spiegare chiaramente il boicottaggio della campagna relativa alle segnalazioni avverse (farmacovigilanza solo passiva e difficile), lo scudo penale, il mancato finanziamento a qualsiasi studio scientifico universitario relativo agli effetti avversi del vaccino…
  • – I leader industriali e sindacali perderebbero la faccia ed il posto;
  • – Si andrebbe a nuove elezioni ed i parlamentari perderebbero il posto.

In altre parole, se per caso si fossero sbagliati in buonafede, tornare indietro richiederebbe una schiena dritta ed un’etica che quasi nessuno di loro ha. Ecco perché, da vaccinato, comprendo benissimo il desiderio di comprensione di chi non lo è, o di chi verrà obbligato o ricattato alla terza dose, ed invoco la massima tolleranza ed inclusione possibile tra vaccinati e non vaccinati.

Per aiutare i miei contatti a capire i dubbi della minoranza e facilitare un clima di tolleranza e comprensione, allego il link ad una riunione tra filosofi, scienziati, dottori e professori di solida fama internazionale che recentemente si sono confrontati sul tema. A chi volesse approfondire, suggerisco di guardarlo ed ascoltarlo tutto, criticamente.  Chi avesse meno curiosità o pazienza, potrà visualizzare solo i seguenti contributi, il primo di natura scientifica (molto solido, credibile e comprensibile), gli altri due di natura filosofica (l’ultimo con una considerazione triste circa la democrazia ed il governo):

1-Prof. Mariano Bizzarri (luminare indiscusso) a partire dalle ore 0 e 51 minuti

2-Prof. Giorgio Agamben a partire dalle ore 3 e 58 minuti

3-Prof. Giorgio Agamben a partire dalle ore 6 e 06 minuti

CLICCA QUI E GUARDA IL VIDEO

 

- Advertisement -

Correlati

2 COMMENTS

  1. bell’articolo, l’unica cosa che non capisco e’ il dare addosso alle multinazionali in generale quando il solo vero motivo dei problemi siano i governi. Perche’ scrivere a Draghi che e’ proprio una delle cause (consenzienti, avvedute, non e’ che non se ne renda conto) di tutto questo razzismo.
    La tanto vituperata AZ, per esempio, vende i vaccini a prezzo di costo: guarda caso e’ sempre il vaccino che in Europa e USA han cercato di bloccare o far passare come seconda (PERICOLOSA!!!) scelta. ma guarda te!
    in realta’ e’ fondamentalmente identico agli altri come sicurezza e efficacia, ma se lo vendi a prezzo di costo…come fanno a pagarti una tangente?
    mio modesto parere, vero

  2. Commovente, intelligente, sano, inclusivo, pacifico, attento, aperto.

    L’articolo migliore mai letto dall’inizio della pandemia.
    Grazie.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

- Advertisement -

Articoli recenti

error: Content is protected !!