giovedì, Giugno 13, 2024
21.6 C
Milano

Fondatori: Gilberto Oneto, Leonardo Facco, Gianluca Marchi

Su 100 imposte, 10 fanno incassare l’85% del gettito fiscale

Da leggere

di REDAZIONE

Abbiamo un fisco “bulimico”. Oltre 100 tasse, ma ne basterebbero 10. In campo fiscale non ci manca certo la fantasia. Oltre a essere bersagliati da oltre 100 tasse di tutti i generi, con un numero di scadenze fiscali da far rabbrividire anche il contribuente più zelante e con un prelievo tributario tra i più elevati d’Europa, il nostro fisco è sempre più “bulimico”. A denunciarlo è la Cgia.

“Tenendo conto che dall’applicazione di una novantina di tasse, tributi e contributi l’erario incassa solo il 15 per cento del gettito totale annuosegnala il coordinatore dell’Ufficio studi Paolo Zabeocon una seria riforma fiscale basterebbero poco più di 10 imposte per consentire ai contribuenti italiani di beneficiare di una riscossione più contenuta, di lavorare con più serenità e con maggiori vantaggi anche per le casse dello Stato che, molto probabilmente, da questa sforbiciata vedrebbero ridursi l’evasione”.

Le imposte che pesano di più sui portafogli dei cittadini italiani sono due e garantiscono più della metà (il 55,4 per cento) del gettito totale: esse sono l’ Irpef e l’Iva. Nel 2017 la prima (Imposta sul reddito delle persone fisiche) ha garantito all’erario un gettito di 169,8 miliardi di euro (il 33,8 per cento ovvero un terzo del totale) mentre la seconda (Imposta sul valore aggiunto) ha consentito di incassare 108,8 miliardi di euro (21,6 per cento).

Per le aziende l’imposta più pesante è l’Ires (Imposta sul reddito delle società), che l’anno scorso ha consentito all’erario di incassare 34,1 miliardi di euro. Di particolare rilievo anche il gettito riconducibile all’imposta sugli oli minerali che è stato pari a 26 miliardi e quello ascrivibile all’Irap (Imposta regionale sulle attività produttive) che ha assicurato 22,4 miliardi di euro.

Correlati

1 COMMENT

  1. Di tasse ne basterebbero 6, sul reddito, sul valore aggiunto, sulla “sostanza” (termine elvetico, una patrimoniale insomma), accise, dazi e un altra a scelta. Eliminare sostituti d’imposta e acconti.
    Esistono centinaia di tasse solo per motivi di cassa, nel senso che ne venivano aggiunte per far quadrare i conti e non sono mai state eliminate e per nascondere la reale pressione fiscale. Chi non è del mestiere o è disonesto sostiene che la pressione sia poco sopra il 40% (praticamente l’Irpef), dimenticando appositamente tutte le altre, Iva, Irap, tributi locali, balzelli vari e contributi (che sono obbligatori) che portano il totale ad un incredibile 70%, ma che spiega perfettamente l’orami ultra decennale recessione e crollo dei consumi interni.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Articoli recenti