Tosi e Salvini, i leghisti che vivono da separati in casa

Condividi su MeWe: liberi articoli su liberi social!

di NICOLO’ PETRALI E’ incredibile come la Lega Nord, ogni giorno che passi, riesca a sorprendere sempre di più. In negativo. Da una parte Salvini, dall’altra Tosi. La divergenza di vedute tra i due leader del Carroccio è ormai talmente netta da far apparire assurdo che entrambi militino nello stesso partito. Per il neo segretario lombardo, maroniano doc, l’indipendenza del Veneto è auspicabile e il problema dell’Italia è la moneta unica. Per il sindaco di Verona, invece, è esattamente il contrario. In un’ intervista rilasciata a Simone Spetia di Radio 24 ha confermato di non credere all’indipendenza della sua regione dall’Italia e che secondo lui il problema principale del nostro paese non è l’euro. Non solo: rispondendo alle critiche di chi all’interno del partito lo definisce in senso dispregiativo “l’italiano” Tosi ha risposto a tono. “Trovo assurdo che queste critiche me le rivolga chi è stato per anni a Roma”. Insomma, all’interno della Lega il caos è totale. Inutile dire che la posizione più sensata…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
Condividi su MeWe: liberi articoli su liberi social!
Rubriche Gli Indipendenti Il Meglio della Settimana