domenica, Febbraio 5, 2023
4.9 C
Milano

Fondatori: Gilberto Oneto, Leonardo Facco, Gianluca Marchi

Uzbekistan: cancellato il diritto di secessione in costituzione

Da leggere

di FRANCO CAGLIANI

In Uzbekistan, la scorsa settimana, c’è stata la presentazione di alcuni emendamenti alla Costituzione che cancellano la possibilità, fino ad ora garantita, di convocare un referendum sulla secessione. E che è successo?

Diversi manifestanti caracalpachi sono scesi in piazza, nel capoluogo Nukus, per protestare contro la bozza di riforma della Carta. Il presidente uzbeko, Shavkat Mirziyoyev, come ogni governante, ha imputato le proteste a “forze maligne” intenzionate a destabilizzare il Paese.

Sono 18 le persone rimaste uccise durante gli scontri dei giorni scorsi nella Repubblica autonoma del Karakalpakstan, nel nord-ovest dell’Uzbekistan, dove la polizia ha represso le manifestazioni di protesta contro la riforma costituzionale voluta dal presidente Shavkat Mirziyoyev. Lo ha reso noto l’ufficio del procuratore generale di Tashkent, dando notizia anche del ferimento di 243 persone, tra le quali 38 agenti di polizia. Il portavoce della Guardia nazionale, Davron Jumanazarov, ha invece annunciato che per i disordini dei primi due giorni di luglio sono stati arrestati 516 cittadini, una parte dei quali sono già stati interrogati.

Sono 58, invece, le persone fermate per violazione del coprifuoco, 28 delle quali multate e rilasciate.

La situazione nel Karakalpakstan, nel frattempo, sembra essere tornata alla normalità

- Advertisement -

Correlati

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

Articoli recenti

error: Content is protected !!