VENEZUELA, ORA TUTTI PARLANO DI DITTATURA. SOMMOSSA MILITARE A VALENCIA

di MARIETTO CERNEAZ Gran parte della stampa internazionale ha titolato più o meno in questo modo: “Venezuela, è dittatura”. Se ne sono accorti un po’ in ritardo, ma l’elezione dell’Assemblea costituente non riconosciuta nemmeno dal Vaticano e la rimozione – decisa proprio dall’Assemblea costituente) della “Fiscal General” (Procuratore generale) Luisa Ortega Diaz ha, forse, aperto definitivamente gli occhi a tutti quanti. La presenza della Guardia Nazionale Bolivariana (come dimostrato dalle foto della Ortega stessa sul suo account Twitter) davanti al Palazzo della Procura ha fatto gridare chiunque al “colpo di Stato”. La signora Ortega Diaz ha, comunque, respinto la decisione della Costituente venezuelana che l’ha rimossa dal suo ruolo, affermando di “non riconoscere” tale misura. Intanto, i chavisti hanno nominato il nuovo procuratore generale: è Tarek William Saab, designato “in modo provvisorio”. In un comunicato stampa leggibile online, la Fiscal ha dichiarato: “Rifiuto questo assedio al ministero pubblico – scrive Ortega – denuncio questa arbitrarietà di fronte alla comunità nazionale e internazionale. Ciò che Maduro sta facendo è violare la…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
Rubriche FuoriDalMondo