YEMEN, I SECESSIONISTI DEL SUD APPOGGIATI DAGLI EMIRATI ARABI UNITI

di MARIETTO CERNEAZ Le tensioni che potrebbero spaccare lo Yemen, flagellato dall’estremismo islamico, si fanno sentire con maggiore intensità ed, ancor di più, è l’appoggio esterno ai secessionisti del sud che allarma chi governa. Le forze del governo yemenita del presidente Abd Rabbo Mansour Hadi sono sempre più preoccupate per il sostegno offerto dal governo degli Emirati Arabi Uniti al Consiglio transitorio del sud dello Yemen che chiede la secessione della regione dal resto del paese. Mentre le forze governative stanno combattendo nel nord contro i ribelli sciiti Houthi, avvicinandosi alla capitale Sana’a, ad Aden lo scontro politico si fa sempre più forte così come aumenta la forza politica del governatore di Aden, licenziato da Hadi, Aidirus al Zubeidi, rientrato da Abu Dhabi e alla guida del movimento dei secessionisti del sud. Gli osservatori politici yemeniti notano soprattutto un aumento delle tensioni tra il governo di Hadi e i secessionisti sostenuti da Abu Dhabi nel tentativo di sostituirli con il governo del premier Ahmed Bendagher….

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
Rubriche FuoriDalMondo