lunedì, Maggio 27, 2024
17.7 C
Milano

Fondatori: Gilberto Oneto, Leonardo Facco, Gianluca Marchi

ZIG, la moneta dello Zimbabwe ancorata all’oro

Da leggere

di MATTEO CORSINI

Non ho avuto modo di approfondire, ma mi ha incuriosito la notizia dell’introduzione nello Zimbzbwe di una valuta, denominata ZiG (che starebbe per Zimbabwe Gold) che dovrebbe sostituire il dollaro locale, da anni iperinflazionato.
La nuova moneta dovrebbe essere ancorata non solo all’oro, ma anche a riserve di valute estere e altri metalli preziosi. In ogni caso, ufficialmente uno ZiG sarà pari a un milligrammo di oro fino.
Detto che già oggi il dollaro che utilizzano nello Zimbabwe è prevalentemente quello americano (come accade in gran parte dei Paesi a elevata inflazione della moneta locale). Sarà possibile convertire, oltre alle vecchie banconote, anche oro. Francamente non correrei a convertire oro, dati i precedenti.
L’idea di questa nuova moneta, dettato presumibilmente più dalla disperazione che dalla reale volontà di avere una moneta non inflazionabile, potrebbe essere una svolta positiva.
A patto che l’emissione di base monetaria avvenga sia totalmente coperta da riserve, per quanto non solo auree. Non resta che attendere per vedere se sarà una svolta positiva o l’ennesima occasione persa.

Correlati

2 COMMENTS

  1. Eh… ma l’oro non basta, ci vuole anche un certo grado di fiducia nell’emittente, che francamente qui mi pare sia a livello di seminterrato.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Articoli recenti