LE CITTÀ PRIVATE, UN’ALTERNATIVA REALE ALLO STATO

di GUGLIELMO PIOMBINI* 1) La crisi dello Stato democratico È difficile negare che il modello di Stato nazionale democratico, forma politica dominante in Occidente nell’ultimo secolo, non sia in crisi. Come ricordano Frank Karsten e Karel Beckman nel libro Oltre la democrazia, da tempo in tutti i paesi avanzati i cittadini mostrano una crescente insoddisfazione per i suoi risultati. Quasi tutti gli stati hanno accumulato enormi debiti e rischiano la bancarotta; nessun governo è in grado di tenere sotto controllo la spesa pubblica; nessuno è in grado di contenere l’aumento crescente della tassazione, che ha inibito dappertutto la crescita economica; nessuno ha idea di come far fronte alle future promesse previdenziali e sanitarie dello Stato assistenziale; tutte le società democratiche sono ormai soffocate da un eccesso di burocrazia e regolamentazione, che ha ridotto progressivamente e in ogni campo gli spazi delle scelte individuali. Ci si sta accorgendo che le nuove generazioni vivono peggio delle precedenti, e questo ha provocato un pessimismo sempre più ampio nei…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
Print Friendly, PDF & Email
Rubriche ControPotere