GUADÓ ARRINGA ANCORA I VENEZUELANI: IL 16 NOVEMBRE TUTTI IN PIAZZA

di MARIETTO CERNEAZ Juan Guaidó, presidente interino del Venezuela (che molto smalto e credibilità ha perso), ha incontrato diversi leader politici, professori e membri della società civile a Maturín, nello stato del Monagas, da dove ha ribadito l’appello a scendere per strada il prossimo 16 novembre. “Eccoci qui e continuiamo a mostrare i nostri volti per strada, dove saremo fino alla conquista della libertà perché nessuno ci toglierà la possibilità di esercitare la maggioranza politica che abbiamo costruito”, ha detto il presidente Guaidó, che ha ribadito che il futuro appartiene ai venezuelani “e lo conquisteremo, anche se abbiamo sacrificato molto”.  Ancora: “Alcuni sono stati imprigionati, perseguitati, assassinati, ma qualunque sia il mezzo che il regime usa per cercare di piegarci, non lo permetteremo, continueremo nella lotta fino a raggiungere la democrazia in Venezuela”, ha detto il presidente riconosciuto da una sessantina di paesi, ultimo dei quali il Salvador, che ha espulso tutti i diplomatici vicini al regime di Maduro. Arringando la folla, Guaidò ha insistito:…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
Print Friendly, PDF & Email
Rubriche FuoriDalMondo