SENZA STATO E SENZA GOVERNO, TRE POSTI CHE FAN SOGNARE I LIBERTARI

di CHARLIE PAPINI In un mondo statalista, l’Organizzazione delle Nazioni Unite (ONU) è deputata a far due cose: vivere alle spalle dei contribuenti e conteggiare quanti Stati esistono sul pianeta. Oltre, ovviamente, a dare un seggio al Venezuela tra i membri che controllano se i diritti umani verranno rispettati nel mondo. Dall’ultimo resoconto fatto, L’ONU riconosce 206 Stati, divisi in 3 categorie: 193 Stati membri, due Stati osservatori e altri 11. Dei 206 sono 196 quelli riconosciuti come “sovrani”. Due sono osservatori permanenti dell’ONU, la Città del Vaticano e la Palestina. C’è infine Taiwan che è un ex membro dell’ONU. Eppure, pochi lo sanno, esistono 3 lembi di terra che nessun paese tra quelli riconosciuti ha mai reclamato. Giuridicamente parlando si tratta di “Res nullius”, terre di nessuno, un po’ come lo sono le “acque internazionali”, anche se sulla vastità degli oceani sono stati sottoscritti trattati internazionali che cercano di mettere d’accordo gli Stati su alcune materie. Nei tre luoghi di cui sopra, invece, non esiste uno Stato e…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
Print Friendly, PDF & Email
Rubriche FuoriDalMondo