lunedì, Settembre 26, 2022
12.9 C
Milano

Fondatori: Gilberto Oneto, Leonardo Facco, Gianluca Marchi

Ecco il 21° segnale della ripresa: nel 2016 tasse aumentate del 2%

Da leggere

TASSE-6di LUIGI CORTINOVIS

“Abbiamo abbassato le tasse”! Quante volte lo avete sentito ripetere al presidente del Consiglio, Matteo Renzi? Un’infinità di volte! Quindi, quel che ha detto deve essere vero. Invece no!

Il Ministero dell’Economia e il fisco ci fanno sapere che le entrate fiscali hanno prodotto un gettito più sostanzioso anche nei primi due mesi del nuovo anno, il 2016, cioè che le tasse continuano ad aumentare. Se ne accorgono i contribuenti, l’unico che continua a sostenere il contrario, malgrado l’evidenza, è il premier, che continua a raccontarci la favoletta che col suo governo le tasse sono diminuite.

ENTRATE – Nel primo bimestre 2016 le entrate tributarie erariali ammontano a 62.464 milioni di euro, con un aumento del 2% (+1.195 milioni di euro) rispetto allo stesso periodo del 2015. E’ quanto annuncia il Ministero delle Finanze in una nota dove specifica che, con la previgente normativa il canone televisivo veniva versato all’erario nel mese di febbraio per circa il 90% dell’ammontare complessivo, che nel 2015 è stato pari a 1.502 milioni di euro. A seguito delle nuove modalità di riscossione, introdotte dalla Legge di stabilità 2016, i primi versamenti sono stati fissati a partire dal mese di luglio.

Neutralizzando gli effetti sul gettito dalle nuove modalità di versamento del canone, la crescita delle entrate tributarie nel periodo in esame risulta pari a + 4,5%. Le imposte dirette registrano un gettito complessivamente pari a 38.479 milioni di euro, in aumento del 2,8% (+1.037 milioni di euro) rispetto allo stesso periodo del 2015.

Le entrate IRPEF ammontano a 34.462 milioni di euro (+ 5,2% pari a 1.701 milioni di euro) per effetto principalmente dell’andamento positivo delle ritenute da lavoro dipendente del settore privato (+8,5% pari a 1.304 milioni di euro) .

L’IRES registra un significativo incremento di 168 milioni di euro (+ 46,3%) rispetto allo stesso periodo del 2015. Le entrate relative alle imposte sostitutive sui redditi da capitale e sulle plusvalenze hanno registrato un gettito di 679 milioni di euro (- 51,8%) mentre l’imposta sostitutiva sul valore relativo dei fondi pensione fa rilevare entrate pari a 426 milioni di euro (- 38,7%).

Le imposte indirette registrano un gettito complessivamente pari a 23.985 milioni di euro, in aumento del 0,7% (+158 milioni di euro) rispetto allo stesso bimestre del 2015.

Prosegue il marcato trend di crescita delle entrate dell’IVA che ammontano a 13.506 milioni di euro (+ 1.654 milioni di euro pari a +14%). Quanto al gettito delle imposte sulle transazioni segna un incremento dell’11% dell’imposta di registro, mostra invece una lieve diminuzione rispetto all’analogo periodo del 2015 l’imposta di bollo (- 105 milioni di euro).

Le entrate dell’accisa sui prodotti energetici, loro derivati e prodotti analoghi (oli minerali) si attesta a 3.086 milioni di euro (+ 0,2%); stabile il gettito dell’accisa sul gas naturale per combustione (gas metano) che ha generato entrate per 552 milioni di euro (–0,6%). In aumento le entrate da giochi (+7,9%) mentre quelle da accertamento e controllo hanno registrato una diminuzione del 6,2% a causa dei minori incassi derivanti dai ruoli relativi alle imposte dirette, compensati in parte dai ruoli delle imposte indirette.

- Advertisement -

Correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

Articoli recenti