40 ANNI FA LE RIFORME DI LIBERO MERCATO. LA NUOVA ZELANDA CONTINUA A PROSPERARE

Condividi su MeWe: liberi articoli su liberi social!

di LAWRENCE W. REED Sia per la produzione sia di beni materiali che per realizzare le proprie ambizioni, la libertà fa la differenza nel mondo. Un paese che lo ha dimostrato in modo convincente negli ultimi 40 anni è la Nuova Zelanda. È un modello da cui le nazioni di tutto il mondo possono imparare molto. Situata nel Pacifico meridionale, a metà strada tra l’equatore e il Polo Sud, la Nuova Zelanda è grande quanto due terzi della California. I suoi 4,7 milioni di abitanti vivono su due isole principali e una manciata altre piccolissime isolette. Nel 1950, la Nuova Zelanda si classificava tra i dieci paesi più ricchi del pianeta, con un’economia relativamente libera e forti protezioni per le imprese e la proprietà. Dopodiché, causa la crescente influenza delle idee welfariste che stavano sbocciando in Gran Bretagna, negli Stati Uniti e anche in gran parte del mondo occidentale, il paese svoltò verso un maggiore controllo governativo della vita economica. I vent’anni successivi ai Cinquanta hanno…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
Condividi su MeWe: liberi articoli su liberi social!
Rubriche FuoriDalMondo