AIRBUS A380, UN FALLIMENTO DEL SOCIALISMO AEROSPAZIALE EUROPEO

di HOLMAN JENKINS Anni fa, quando un editore mi chiese se Boeing sarebbe stata in grado di pagare i suoi bond a 100 anni  che aveva appena emesso, gli feci presente che per l’azienda si trattava semplicemente di due cicli di prodotto. E avevo sottostimato la durata dei suoi prodotti. Il Boeing 747 volò per la prima volta nel 1969, e una versione cargo sarà prodotta a Seattle fino al 2022. Il Boeing 737, volò per la prima volta nel 1967, ha una lista di ordini che si estende al 2027. Un rimpiazzo di questo mulo da lavoro non è previsto fino al 2030. Tutto questo rende incredibile la decisione di Airbus di fermare la produzione del suo gigantesco A380, entrato in servizio solo nel 2005. Il socialismo è attualmente molto in voga. Se la parola ha un significato nel contesto di oggi, vuol dire progetti di inusuale ambizione pubblica, costruiti su una base comune globale capitalista e commerciale. L’A380 era esattamente uno di questi:…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
CONDIVISIONI
Print Friendly, PDF & Email
Rubriche Denari