giovedì, Settembre 29, 2022
13.8 C
Milano

Fondatori: Gilberto Oneto, Leonardo Facco, Gianluca Marchi

Angelino ama silvio, ma e’ amore a senso unico!

Da leggere

di PONGO

L’estate è periodo di passioni, di amori, di gioie e tormenti. Seppure le delusioni sentimentali, almeno statisticamente, coincidono spesso con la fine dell’estate, in settembre, mentre qua siamo ancora   nel mezzo della stagione più calda.  Ma qui non si tratta di un colpo di scena, è già da tempo che il rapporto va male.  Che nostalgia pensare all’estate scorsa, quando i due amanti erano   innamorati, belli, e che invidia vederli insieme,  gli  occhi  di entrambi  brillavano come stelle nel firmamento.

Prima di entrare nel merito della questione, specifichiamo che l’argomento è di un amore deluso, un sentimento non più ricambiato e,  chi ci è passato lo sa, quando si è lasciati  la sofferenza è terribile, un pugnale nel cuore. Analoghe storie famose ci fanno capire meglio tale dolore. Essere sostituiti da un altro o un’altra è come sprofondare nel vuoto, ogni cosa non ha più senso e vorresti  morire. Mi vien da ricordare Maria Callas,  il suo rapporto sentimentale con Aristotele Onassis durato per circa 10 anni e che mai si concluse col matrimonio. Addirittura la poveretta  si vide  poi  sostituita da  Jacqueline Kennedy che sposò l’armatore greco nel 1968. Fu il crollo. Mi vien da pensare alla storia, la telenovela con protagonisti Carlo, il principe di Galles, Diana  e  Camilla. Qui è perfino una doppia sostituzione: Diana Spencer sposa Carlo sostituendo il primo amore Camilla la quale però  subentra alla prima sposa del Principe pochi anni dopo. Cambiamo ambiente, andiamo nel mondo del pallone? Ripenso, seppure ero  molto giovane, ai mondiali del 1970 in Mexico, la famosa staffetta  Mazzola-Rivera. Qui non c’entra l’amore però come stava il povero Sandrino Mazzola dopo una, due, tre sostituzioni che oltretutto spingevano  la squadra verso le alte vette?  E perché non ricordare “Madama Butterfly” incredibile tragedia di tradimenti e sostituzioni  messa in opera da Giacomo Puccini.?

L’amore a cui mi riferivo all’inizio è quello tra  Angelino  e Silvio. Un rapporto bello, pulito e onesto suggellato il 1° luglio 2011 con l’incarico di Alfano come segretario del Pdl.  Incredibile!!! Silvio che si mette da parte in favore di Angelino. Ma in fondo chi cercava  l’ex- Premier?  Un poveraccio,  un mezzo demente, uno stupidone da togliere  dai piedi  all’occorrenza non  appena Lui  l’avesse voluto. Non è forse vero, si sbagliava Berlusconi? Alfano vi ha mai impressionato politicamente.? L’avete mai sentito dire cose  intelligenti? E’ un vero leader? Direi che si avvicina al nulla + zero.  Oddio, anche il suo Padrone è quello che è, ma almeno è un pazzo e  lo sa  fare molto bene.

La cosa più penosa per Alfano è che Berlusconi non l’ha sostituito con un altro (vedi Callas-Jacqueline) ma  l’ha  sostituito con se stesso (e con chi può mai sostituirsi Lui, che viene prima di Dio?). Nonostante tutto, invece di incazzarsi come Mazzola – Rivera,  Angiolino  vuole bene a Silvio, lo ama di un amore profondo. Ha detto testualmente: “Berlusconi ha il diritto di essere giudicato ancora dagli Italiani… e personalmente mi ha dato l’opportunità di realizzare il mio sogno di  fare politica….ed io, tra l’ambizione di una candidatura a premier e la riconoscenza, scelgo la riconoscenza. Per me l’uomo viene prima del politico”.  Ma vi rendete conto di chi abbiamo davanti?  Sono certo che Angelino sa dire cose ancora più belle e  in questa estate appassionata scrive a Silvio parole meravigliose:”Silvio, amore mio, questa notte sono indeciso tra il rimanere sveglio a  pensarti oppure dormire con la speranza di sognarti… Mi basta una goccia di te, solo un momento insieme  per riempire la mia vita….. Stiamo noi due, mano nella mano e  guardando  i gabbiani ti sussurro all’orecchio:  forza Italia e forza Silvio,  il popolo della libertà, della libertà dei gabbiani, i sondaggi dicono che anche i gabbiani ti voteranno… amore… amore… amore….”

Parlando seriamente, che persone penose e orrende abbiamo davanti. Se fosse una vera tragedia d’amore Alfano si dovrebbe suicidare per disperazione. Ma io preferirei che con dignità andasse dal suo Capo  dicendogli  :“Silvio, ma  vaffanc…”!

 

- Advertisement -

Correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

Articoli recenti