sabato, Ottobre 1, 2022
15.3 C
Milano

Fondatori: Gilberto Oneto, Leonardo Facco, Gianluca Marchi

Madrid, censura alla mostra d’arte contemporanea un’opera dedicata ai catalani

Da leggere

di FRANCO CAGLIANI

Esattamente come i fascisti, o come i comunisti, ma in maniera tanto democratica, gli spagnoli hanno deciso di censurare qualsiasi cosa abbia attinenza con la Catalogna. La più importante fiera d’arte della Spagna, ARCOmadrid, ha aperto solo mercoledì. ma già s’è aperta una controversia: un’opera dell’artista spagnolo Santiago Sierra è stata rimossa dallo stand della galleria di Helga de Alvear.

Si tratta di 24 fotografie in bianco e nero di politici, attivisti, artisti e giornalisti i cui volti sono stati oscurati, anche se restano sono identificabili: sono coloro che sostengono l’indipendenza catalana, arrestati e accusati di sedizione e ribellione, secondo fonti ufficiali.

Il lavoro di Sierra ha suscitato polemiche e i media spagnoli hanno riferito che i prigionieri politici sono stati visti anche dalla polizia nella sera di lunedì. E così Eduardo López-Puertas, il presidente di IFEMA, l’organizzazione che gestisce le fiere e congressi a Madrid e in cui partecipano la Comunità di Madrid, il consiglio comunale e la Camera di commercio (i soliti soldi pubblici), ha chiesto di rimuovere l’opera “per evitare controversie”. 

“Atti di questo tipo danno senso e ragione a un lavoro come questo, che ha denunciato proprio il clima di persecuzione che i lavoratori culturali stanno soffrendo negli ultimi tempi ha scritto Sierra su Facebook, aggiungendo che la scelta – costituisce una mancanza di rispetto per una gallerista come Helga de Alvear, che ha partecipato allo sviluppo della fiera, nonché alla maturità e all’intelligenza del pubblico”.

Per tutta risposta la de Alvear ha accettato – almeno apparentemente – l’invito a rimuovere l’opera: “L’IFEMA e il governo non devono avere conflitti, ed è meno complicato rimuoverlo che lasciarlo”, ha riportato, aggiungendo di essere abituata a queste situazioni con Sierra, uno dei migliori artisti spagnoli.

In Spagna, i nostalgici di Franco vivono e non vegetano.

(Fonte: Artnet)

- Advertisement -

Correlati

2 COMMENTS

  1. Lo capiremo in punto di morte che il komunismo ha in mano l’occidente con forme piu’ o meno spinte. Lasceremo ai nostri cari, come eredita’, il BARATRO.
    Solo ad un passo dal baratro cambieremo o ci sveglieremo ma sara’ tardi per noi e per i nostri eredi.
    L’intellighenzia e’ super malata per cui, se la testa non ragiona o peggio sragiona, nemmeno nel baratro capiremo che siamo appunto nel BARATRO..!
    Oggi lo si legge bene ma a farlo sono i pochi che sono poi messi all’indice perche’ non hanno il pensiero kompagno dei komunisti.
    Questi ultimi si dichiarano demokratici e progressisti… ma sono GAMBERI e tanto KAMALEONTI, per cui: si salvi chi puo’..!
    Tutto ormai e’ su base RELIGIOSA. Chi non segue i precetti e’ peccatore e va punito.
    Prima dall’homo e poi da Dio… ci fanno credere.
    Quindi, cari uomini liberi, non citate i vari uomini della storia (sempre stata falsa e non applicabile al presente) ma leggete i fatti. Magari del presente dato che vale la mia: leggi bene il presente ed avrai in mano passato e futuro. Solo leggendo bene il presente si avra’ il futuro di fronte.
    Quindi..?
    Leggendo il presente, appunto, non vedo un buon futuro.
    Dopo il 4 di marzo per noi italiani cambiera’ davvero la nostra storia presente di cui il futuro..?
    Non ho certezze ma vedo che forse c’e’ un cambio per cui anche il nostro futuro cambiera’.
    Sapranno gli elettori far pendere la bilancia a loro favore sovvertendo l’altra mia che recita:
    da sempre il popolo sceglie BARABBAS e mai e poi mai il GIUSTO..?
    Beh, si, altra mia: siamo in una DITTATURA DEMOKRATIKA… per kui vincera’ sempre e per sempre il BANKO komunque vada..!
    Kambiare kol voto non si puo’. Ci vuole un LEADER forte e carismatico..!
    Ma basti vedere come erano stracolme le piazze al tempo dell’Adolfo e del Benito per capirla.
    Poi il tutto si ribalto’, ma intanto loro due o tre fecero… solo col loro karisma quello che tutti ormai grandicelli sanno..!
    Finale..?
    Curare l’intellighenzia perche’ non puo’ stare in malattia per troppo tempo..!
    Altrimenti, il BARATRO ci sta aspettando…
    Auguri…

  2. Vicenda che conferma che Catalogna e Madrid sono due realta’ divergenti e non ci sara’ pace fin che non si separeranno. .

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

Articoli recenti