ANOTHER BRICK IN THE WALL, UNA CRITICA ALLA SCUOLA PUBBLICA

di IGNACIO M. GARCIA MEDINA Che dire the “The Wall”? Da questo album musicale dei Pink Floyd, trasformato in un film (o lungo video musicale) di Alan Parker, sottolineo la canzone “Another Brick In The Wall” per i testi, il messaggio e il potere visivo antistatalista. Questa canzone dei Pink Floyd, forse la più conosciuta dell’album e di tutta la sua discografia (almeno per i non fanatici), è una critica devastante dei sistemi educativi pubblici. La rivista Rolling Stone ha fatto riferimento alla canzone come segue: “Nel rivedere il pezzo, Roger Waters sostiene che nelle scuole gestite dal governo, i bambini sono metodicamente tormentati e umiliati da insegnanti la cui punizione si verifica quando tornano a casa di notte e le loro grasse e psicopatiche mogli distruggerebbero le loro vite”. https://www.youtube.com/watch?v=fvPpAPIIZyo Ricordiamoci che nemmeno l’educazione che viene definita “privata” è tale, in quanto dipende da programmi educativi pubblici che devono essere rispettati, diminuendone così la diversità e la qualità, ottenendo solo miglioramenti nella gestione dei…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
CONDIVISIONI
Print Friendly, PDF & Email
Rubriche PensieroLibero