venerdì, Ottobre 7, 2022
14.3 C
Milano

Fondatori: Gilberto Oneto, Leonardo Facco, Gianluca Marchi

Ban ki moon visita il sahara occidentale a 40 anni dalla dichiarazione d’indipendenza

Da leggere

saharawidi REDAZIONE

In questi giorni, il Sahara Occidentale ha celebrato il 40esimo anniversario della sua dichiarazione d’indipendenza con una parata militare nel campo profughi di Dakhla, nei pressi di Tindouf, nell’Algeria meridionale, e proprio qui si recherà in visita Ban Ki-moon nel suo viaggio in Africa del Nord. 

Dopo le enclavi in Burkina Faso e in Mauritania, il segretario generale dell’Onu, ha visitato il 5 marzo i campi dei rifugiati sahariani e i locali della missione Onu, presente dal 1991 con lo scopo di vigilare, principalmente, sul rispetto del cessate il fuoco tra Marocco e Fronte Polisario. Si tratta della prima visita di Ban Ki-moon dedicata al conflitto del Sahara Occidentale e alla ripresa dei negoziati diretti. Intanto il presidente algerino Bouteflika in un messaggio al capo del movimento indipendentista, Mohamed Abdelaziz, ha scritto che “L’Algeria non risparmierà nessuno sforzo per il suo sostegno al segretario generale dell’Onu, con lo scopo di rilanciare negoziati diretti tra Marocco e Fronte Polisario”, Il Sahara Occidentale è una regione del Nordafrica sotto il controllo del Marocco, ricca di fosfati e di potenziali giacimenti di idrocarburi.

Ex colonia spagnola, il territorio è conteso tra Rabat e il Fronte Polisario che ne ha dichiarato l’indipendenza il 27 febbraio 1976 a Bir Lehlu, allora nel Sahara spagnolo. Le Nazioni Unite hanno negoziato un cessate il fuoco nel 1991, ma i colloqui non sono riusciti a trovare una soluzione stabile a una delle più lunghe contese territoriale del continente africano. 

- Advertisement -

Correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

Articoli recenti