domenica, Ottobre 2, 2022
15.3 C
Milano

Fondatori: Gilberto Oneto, Leonardo Facco, Gianluca Marchi

Bce, i tassi negativi danneggiano i risparmiatori

Da leggere

risparmiodi MATTEO CORSINI

“Alcuni dei nostri critici vedono soltanto l’impatto delle nostre politiche su loro stessi e perdono di vista il quadro generale. I tassi bassi, per esempio, sono un costo per i risparmiatori, ma beneficiano il bilancio pubblico, e i risparmiatori sono anche contribuenti. Sostengono la crescita e le esportazioni, e i risparmiatori sono anche lavoratori”. Benoit Coeuré, membro del comitato esecutivo della BCE, difende le misure espansive adottate dalla banca centrale. A mio parere in modo tutt’altro che convincente. Ragionare in termini macro comporta la necessità di creare delle identità che sono solo teoriche.

Bontà sua, Coeuré riconosce che i tassi artificialmente bassi (perfino negativi) danneggiano i risparmiatori. Non è scontato da parte di un banchiere centrale, dai quali di solito si sente sostenere che anche il risparmiatore non è danneggiato, basta che abbia investito in strumenti che hanno beneficiato di una rivalutazione del loro prezzo come conseguenza della politica monetaria espansiva. Questo, per fare un solo esempio, ha detto di recente Mario Draghi.

Tuttavia, a parere di Coeuré si perde di vista il quadro generale se non si considera che un risparmiatore è anche contribuente e lavoratore. Mentre è per lo più vero che un risparmiatore sia anche contribuente e talvolta lavoratore, è una grossolana approssimazione supporre che i benefici e i danni derivanti dalla politica dei tassi negativi finiscano per avere un bilancio positivo o non negativo per la generalità dei risparmiatori. In alcuni casi ciò potrebbe essere vero, ma in altri no. Soprattutto, guadagnare o perdere a seguito di scambi volontari è cosa ben diversa da guadagnare o perdere per effetto di un intervento fiscale o monetario. Questo è il quadro generale.

- Advertisement -

Correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

Articoli recenti