BREVE STORIA POST-MURO DELLA TRAGEDIA VENEZUELANA

di REDAZIONE

I faraoni spietati e ricchissimi che aspirano ad adornare la propria tomba con milioni di morti sono abbondantemente sopravvissuti al 9 novembre 1989. Hugo Rafael Chávez Frías se ne è andato nel marzo 2013, e Maduro suo successore è ancora vivo, deve raggiungere anch’egli un numero decente di morti – contribuiscono le diecine di migliaia di bambini che non superano l’anno di vita, i malati che non ricevono medicinali, i morti di fame, di prigionia, le mamme che muoiono di parto, e quelli che muoiono di malaria, ad esempio – prima che anche la sua piramide sia pronta, bella e grande e sontuosa da rivaleggiare con quelle dei Maya poco sopra il Venezuela, una volta uno dei paesi più ricchi del mondo. (Paolo L. Bernardini)

Print Friendly, PDF & Email
Rubriche ControPotere