giovedì, Ottobre 6, 2022
18.6 C
Milano

Fondatori: Gilberto Oneto, Leonardo Facco, Gianluca Marchi

Catalogna: ciudadanos primi, indipendentisti maggioranza!

Da leggere

di REDAZIONE

Alle 20 i primi risultati QUI

 

 

 

LE PROIEZIONI DOPO LA CHIUSURA DELLE URNE, ORE 20

19.20 – PuigdemontClara PonsatíLluís PuigMeritxell Serret y Toni Comín, seguiranno insieme la notte dei risultati da Square-Brussels Meeting Centre a Bruxelles.

19.06 – Un deputato della CUP denuncia presenza di bandiera spagnola dietro una urna. JUnqueras ha inviato una lettera dal carcere agli amici, affermando che il carcere non lo fiacca, ma rinforza.

19.05 – Gli eurodeputati di ERC hanno già denunciato anomalie sul voto dall’estero alla Commissione europea.

19.00 – Si prevede un’affluenza storica, intorno all’80%. Dati definitivi di partecipazione alle 18.00: vota il 68,32% degli aventi diritto, cinque punti percentuali in più rispetto al 27-S.

17.38 – Emergono indiscrezioni su dei brogli elettorali. Coinvolti Ciudadanos.

17.13 – Il sindaco di Hospitalet de Llobregat – guidato dal partito socialista – Nuria Marín ha dichiarato: “Sicuramente non sarà una fase facile, ma molto più facile di quella che abbiamo vissuto in questi mesi, nella quale abbiamo assistito a due posizioni: da una parte una completa frattura, dall’altra l’immobilismo”, ha spiegato la Marín ai microfoni di euronews. “Penso che accadranno delle cose con questo voto e che domani, con il risultato, si farà già un passo avanti”.

17.00 – Gli ultimi sondaggi indicano in testa la formazione di Oriol Junqueras, ex vice presidente della Regione autonoma, tuttora in arresto. Il suo partito della Sinistra Repubblicana Catalana (Erc) potrebbe ottenere fino a 37 seggi dei 135 in palio, un risultato migliore rispetto a quello indicato dalle rilevazioni precedenti.

15.30 – Continuano le code durante la votazioni in molti seggi.

15.00 – Copertina di un quotidiano scozzese:

14.50 – Ecco i dati di affluenza delle quindici città più grandi della Catalunya: Barcellona: 34,05% (32,35%); Hospitalet del Llobregat: 35,53% (34,81); Badalona: 33,22% (33,02%); Terrazza: 33,04% (33,67%); Sabadell: 35,48% (36,59%); Lleida: 33,72% (32,83%); Tarragona: 36,80% (34,01%); Mataró: 35,66% (37,15%); Santa Coloma de Gramenet: 34,48% (34,93%); Reus: 34,58% (36,23%); Girona: 35,15% (38,40%); Sant Cugat del Vallès: 36,47% (36,02%); Cornellà de Llobregat: 33,88% (31,62%); Sant Boi de Llobregat: 34,60 (33,66%) e Rubí: 32,85% (35,40%).

14.30 – “Chiediamo alle autorità spagnole di rispettare il risultato“. Un gruppo di euro-deputati visita il paese durante la votazione per assicurarsi che tutto funzioni correttamente.

14.15 –  Alle 13 aveva votato più di un terzo dei 5,5 milioni di aventi diritto: il 34, 51%.

14.00 – Junqueras rivendica il diritto ad essere liberato, in caso di una vittoria elettorale.

12.15 – Ada Colau, sibdaco di Barcellona, ha votato dopo aver fatto una mezz’ora di coda al centro cívico de La Sedeta de Barcelona.

12.03 – A Junqueras, candidato per la presidenza della Catalogna, sono stati inflitti 5 giorni di castigo e punizione, in galera, per aver rilasciato una intervista a RAC1 e per aver registrato un audio dalla prigione. Le autorità negano.

11.55 – Tutto il processo elettorale, scrivono tutte le testate, si sta svolgendo senza incidente alcuno. La Catalogna è comunque presidiata da migliaia di agenti della Guardia Civil, fatti arrivare da tutte le regioni spagnole.

11.54 – Dolors Montserrat ha chiesto di “ridare al Parlament e al Govern a ttutto il popolo catalano senza distinzioni”, e ha chiesto alla gente che votando pensi alla convivenza e alla stabilità politica ed economica del paese.

11.43- Il presidente di Ciudadanos, Albert Rivera, ha votata  Hospitalet de Llobregat. Pochi minuti dopo ha votato anche Xavier Domènech, di En Comù Podemos.

11.00 – Urne aperte dunque in Catalogna e da subito compaiono le prime code ai seggi. Molti tra i candidati a governare il paese si sono presentati e hanno deposto la loro scheda nell’urna.

10.00 – Sono 2.680 i seggi elettorali che hanno aperto alle 9 di questa mattina per il rinnovo del Parlament. La chiusura è prevista per le 20. Più di  cinque milioni e mezzo di persone sono chiamate a votare per eleggere i 135 nuovi deputati del parlamento regionale di Barcellona. In lizza ci sono 38 liste. Le urne chiuderanno alle 20.00.

I CANDIDATI

- Advertisement -

Correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

Articoli recenti