sabato, Luglio 2, 2022
31.4 C
Milano

Fondatori: Gilberto Oneto, Leonardo Facco, Gianluca Marchi

Covid, non posso dimenticare la “banalità del male” con cui hanno agito e agiscono

Da leggere

di SILVIO MAGNOZZI

Non dimentichiamo mai una cosa. In questo orrore, in questa malefica aberrazione, l’azione più turpe, l’autentica malvagità, quella per la quale questi maledetti andrebbero passati a fil di spada, è la violenza sui bambini, sulle persone fragili e sugli anziani.
Macabro umorismo, il loro: hanno sacrificato senza pietà le categorie usate come vessillo all’inizio, perpetrando con lucida ferocia reati su reati, facendosi beffe del dolore e della disperazione, implacabili e glaciali.

Non un ripensamento, né un momento di pietà. Quelli che dicevano avrebbero dovuto esser maggiormente protetti, sono stati i bersagli principali, le vittime sacrificali di questa teologia del male.

Non dimentichiamo le vittime, certo; ma non dimentichiamo i sopravvissuti, i feriti a morte, i reclusi in tempo di pace, i beffati di continuo: i malati e gli anziani nelle RSA, ad esempio, a cui anche adesso si negano le visite dei parenti, o li si costringe a subire l’umiliazione di un contatto surrogato.

Come abbiamo fatto ad accettarlo? Come siamo arrivati a considerare normale l’esibizione di una cosi efferata crudeltà?

Questo mi spaventa, in fondo e soprattutto: la dimenticanza, l’abitudine al male, allo spregevole, al miserabile. Un inferno di disumanità in veste di messianica epifania.

- Advertisement -

Correlati

3 COMMENTS

  1. Siamo alle solite, i più coraggiosi si “sbilanciano” con auspici del tipo : bisognerebbe condannarli ad una morte lenta e dolorosa … che comdivido, ci mancherebbe !
    Il problema è che non si riesce ad andare oltre a questi auspici, a questi proclami !
    Dobbiamo dircelo sinceramente : siamo ormai degli smidollati, uomini senza un bricciolo di dignità … che fanno solo quello che gli è permesso fare : bla, bla,bla …

    • Il problema, smidollati eventuali a parte, è che non si riesce ad andare oltre gli auspici perché non si posseggono mezzi per rendere effettivi gli auspici. Anche a voler essere eroi, le battaglie si vincono con i cannoni e noi non ce li abbiamo. Il nostro governo, che invece li ha, li trasferisce al fascistissimo battaglione Azov fondato da un suprematista bianco che però siccome non si chiamava Trump è esonerato dalle critiche.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

Articoli recenti