ECCO IL 46° SEGNALE DELLA RIPRESA: PER PREFETTI SPESI 30 MILIONI DI EURO IN AFFITTI

repubblica italicadi LUIGI CORTINOVIS

Gli sprechi dello Stato porterebbero a stilare un elenco talmente lungo, da non bastare una mezza enciclopedia per elencarli tutti. Tra i tanti, ne scegliamo uno che riguarda i palazzi presi in affitto dal governo.

“Ospitare i Prefetti nei palazzi più prestigiosi dei centri storici – scrive il Fatto Quotidiano – ci costa 30 milioni di euro l’anno in canoni d’affitto. Nelle stesse città, però, ci sono ampie superfici fondiarie dismesse che potrebbero ospitare a costo zero gli uffici dei “rappresentanti del Governo”. Renzi promette, ad esempio, di vendere 1500 caserme vuote nel giro di due anni. E qui sta la sorpresa, se si sovrappone l’elenco dei beni in vendita e quello delle 150 locazioni passive dei “Palazzi del Governo”,  salta agli occhi il paradosso di uno Stato che vende patrimonio immobiliare in eccesso e però ne affitta altro, a peso d’oro, per ospitare i suoi rappresentanti”. 

Da Milano fino giù a Palermo, è una lunga carrellata di edifici extra-lusso con fior fior di canoni annuali.

Ricordate la barzelletta? “Aboliremo i prefetti”! Non ricordo, però, chi la raccontava.

Print Friendly, PDF & Email
Rubriche TITALIC: la Ripresa c'è!