ECCO IL 47° SEGNALE DELLA RIPRESA: CHIUDE “LAVORAZIONI INOX”, 214 I LICENZIATI

licenziamentodi LUIGI CORTINOVIS

Ieri, abbiamo saputo della Costa Crociere, che ha deciso di portare in Germania parte della sua attività e di trasferire là i lavoratori, circa 160 (ammesso che ci vadano).

Sempre ieri, nel Friuli Occidentale, già falcidiato dal perdurare della crisi economica, è ufficialmente fallita la “Lavorazioni Inox”, azienda del Gruppo Sassoli, con sede a Villotta di Chions. Riporta la stampa: “Si tratta di un provvedimento di enormi dimensioni, sotto l’aspetto sociale, dal momento che, con questa decisione, finiscono sulla strada ben 214 addetti. Questi, intorno alle 16 di lunedì sono stati costretti a lasciare lo stabilimento.
E’ stato, infatti, annunciato durante la giornata di lavoro che il tribunale di Milano aveva decretato il crac per questa azienda, in seguito all’istanza depositata da un fornitore, per un mancato pagamento”.

Oggi, come da copione, è in programma un incontro a Unindustria tra le organizzazioni sindacali e il curatore Claudio Ferrario, con l’obiettivo di conoscere le prospettive. Considerato che l’Italia ha un futuro alle spalle…

Rubriche TITALIC: la Ripresa c'è!