FLAT TAX, IL MITOLOGICO MOSTRO FISCALE SEMPRE E SOLO ANNUNCIATO

di LUIGI CORTINOVIS Non è una novità di quest’anno la proposta della “Flat tax”. Se ne parla da anni, ne hanno parlato in molti tra i politici, ma sempre e comunque in maniera propagandistica (Basti pensare a Forza Italia nel 1994 o alla Lega Nord di ieri o a quella italiana di oggi, che prima s’è inventata la tassa piatta frankestein con due aliquote), e ora vorrebbe inserire nel DEF fin da subito un’unica aliquota unica al 15% «fino alla soglia dei 50mila euro». Riassumendo: cosa è la “Flat tax”? È quella tassazione ad aliquota percentuale unica per tutti i redditi (flat significa piatta). Che significa? Significa che tutti pagano in percentuale a quell’aliquota, ergo se uno guadagna 20.000 euro e l’aliquota è del 10% pagherà 2000 euro di tasse. Se di euro ne guadagna 200.000 di tasse ne pagherà 20.000, ovvero 10 volte tanto rispetto a chi guadagna meno. Ergo, alla faccia delle idiozie socialiste, si dimostra che la proporzionalità è un principio, mentre la progressività…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
Print Friendly, PDF & Email
Rubriche Denari