#FRIDAYforFUTURE, GLI STUDENTI DELLE MADRASSE ITALICHE SCIOPERANO PER IL CLIMA

di LEONARDO FACCO Oggi, nel nome di Greta Thunberg e della fantomatica salvezza del pianeta, decine di migliaia di studenti sciopereranno. In Italia, landa di parassiti e aspiranti tali, ogni scusa è buona per incrociare le braccia e se ad invitarti a farlo c’è finanche il Ministero dell’Istruzione, campa cavallo. Una masnada di benestanti adolescenti occidentali, capeggiati da un giovane attivista svedese, è afflitta dalle conseguenze del cambiamento climatico (che esistano migliaia di scienziati che ritengano questa balzana teoria una fesseria è un particolare insignificante). Piangono, smoccolano di fronte alla possibilità – che esiste solo nella loro capoccia vuota – che la vita si estinguerà e il pianeta Terra diventerà un pezzo di roccia sterile che vagherà senza meta attraverso lo spazio infinito. Dalle madrasse islamiche escono giovinotti che si fanno esplodere convinti che esistano 49 vergini in paradiso pronte ad aspettarli. Le madrasse italiane (e di mezzo mondo civilizzato ahimé), sfornano giovani socialisti la cui preoccupazione principale è l’effetto di un fenomeno (il cambiamento…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
Print Friendly, PDF & Email
Rubriche ControPotere