GLI INDIPENDENTISTI SI BATTANO PER L’ANNIENTAMENTO DEI PARTITI

di ENZO TRENTIN Ci sono battaglie che non è disonorevole perdere. È vergognoso rinunciare a combatterle. Gli indipendentisti si battano per superare il sistema partitocratico. In Francia si dice: «la salvezza di tutti risiede nell’annientamento dei partiti.» La democrazia ed il buon governo non hanno bisogno dei partiti politici. Le lotte tra fazioni sono sempre state governate da un pensiero ben espresso da Michail Tomskij (1880–1936, un russo che è stato sindacalista e rivoluzionario) così formulato: «Un partito al potere e tutti gli altri in prigione». Così il totalitarismo è il peccato originale dei partiti. A seguito di queste ed altre constatazioni si sta facendo largo, nell’ambito dell’indipendentismo veneto, l’idea di selezionare i “rappresentanti” e gli amministratori pubblici di qualsiasi livello tramite il sistema di ballottaggio. E per superare le obiezioni che vorrebbero una selezione dei ‘ballottandi’ poiché alcuni sono necessariamente da considerarsi inadeguati, rispondono che se tutti sono obbligati a pagare le tasse, tutti dovrebbero concorrere la buongoverno. È lavorando che s’impara. Semmai, una…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
Print Friendly, PDF & Email
Rubriche PensieroLibero