venerdì, Gennaio 28, 2022
1.5 C
Milano

Fondatori: Gilberto Oneto, Leonardo Facco, Gianluca Marchi

I test diagnostici PCR del CDC erano farlocchi: 97% di falsi positivi

Da leggere

di MARIETTO CERNEAZ

I test diagnostici RT-PCR disegnati, realizzati e distribuiti dal CDC erano contaminati e non funzionavano: strano?

C’è uno studio (lo leggete qui) sui tamponi – perchè ormai è chiaro che ci troviamo di fronte ad una pandemia fondata sui tamponi e sulla paura – che ha analizzato il lotto iniziale del pannello diagnostico CDC 2019-Novel Coronavirus (2019-nCoV) RT-PCR, che dice: “Concludiamo che i problemi con il primo lotto del 2019-nCoV Real-Time RT-PCR Diagnostic sono stati causati da difetti sia nella progettazione del test che nella manipolazione del materiale “bulk”.

In sintesi? I primi test PCR erano tutti a 44 cicili di amplificazione, per cui fornivano fino al 97% di falsi positivi!

- Advertisement -

Correlati

3 COMMENTS

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

- Advertisement -

Articoli recenti

error: Content is protected !!