IL MODELLO CINESE: ARRESTATI ALTRI GIOVANI AD HONG KONG

di REDAZIONE

Gli agenti del dipartimento di Sicurezza nazionale della polizia di Hong Kong hanno arrestato un uomo di 34 anni in relazione a un’indagine su Tony Chung e altri due giovani legati al gruppo per l’indipendenza Studentlocalism. Il gruppo ha reso noto sui social che l’arresto ha coinvolto un altro dei suoi ex membri. “Tim Luk è stato arrestato oggi dall’Agenzia per la sicurezza nazionale per aver fornito assistenza ai fuggitivi”, ha scritto il gruppo sul proprio account Facebook. La polizia ha confermato l’arresto di un uomo di nome Luk a Yuen Long e ha detto che l’indagine è collegata agli arresti del mese scorso di Chung e altri ai sensi della legge sulla sicurezza nazionale.

Chung, 19 anni, un ex dirigente studentesco di Studentlocalism, è stato accusato di secessione, un reato che comporta la massima punizione detentiva. Altri due legati al gruppo, Yanni Ho e William Chan, sono stati arrestati lo stesso giorno ma non sono stati accusati di alcun reato e sono stati rilasciati su cauzione. Al diciannovenne, accusato anche di cospirazione per aver pubblicato materiale “sedizioso” e di riciclaggio di denaro, è stata negata la libertà su cauzione dopo essere comparso in tribunale il 29 ottobre. Quando la legge sulla sicurezza nazionale è stata approvata alla fine di giugno, Studentlocalism ha annunciato che avrebbe cessato di operare a Hong Kong, ma i suoi membri all’estero avrebbero continuato le loro attività.

Chung è la prima figura politica pubblica ad essere perseguita ai sensi della nuova legge ed è comparso in tribunale con l’accusa di secessione, riciclaggio di denaro sporco e cospirazione per la pubblicazione di contenuti sediziosi due giorni prima del suo arresto, avvenuto il 27 ottobre in un bar di Hong Kong di fronte al consolato degli Stati Uniti. Chung è un ex membro di Studentlocalism. In base alla legge sulla sicurezza nazionale, le persone condannate per secessione devono affrontare la pena massima dell’ergastolo. L’adolescente è accusato di aver organizzato, pianificato, commesso o partecipato ad atti con altre persone al fine di commettere atti di secessione tra il primo luglio e il 27 ottobre. È inoltre accusato di aver cospirato alla pubblicazione di materiale sedizioso dal 30 novembre 2018 al 9 giugno di quest’anno. Chung deve affrontare anche due accuse di riciclaggio di denaro: secondo i pubblici ministeri nei suoi conti PayPal e Hsbc sono presenti fondi illeciti per un totale di oltre 77 mila. (Agenzianova)

Rubriche FuoriDalMondo