lunedì, Febbraio 6, 2023
5.7 C
Milano

Fondatori: Gilberto Oneto, Leonardo Facco, Gianluca Marchi

Inchiesta sull’indipendenza: le ragioni di un diritto

Da leggere

di ENZO TRENTIN

Il principio di autodeterminazione dei popoli sancisce il diritto di un popolo sottoposto a dominazione straniera ad ottenere l’indipendenza, associarsi a un altro stato o comunque a poter scegliere autonomamente il proprio regime politico. Tale principio costituisce una norma di diritto internazionale generale cioè una norma che produce effetti giuridici (diritti ed obblighi) per tutta la Comunità degli Stati.

Inoltre questo principio rappresenta anche una norma di jus cogens, cioè diritto inderogabile (Significa che esso è un principio supremo ed irrinunciabile del diritto internazionale, per cui non può essere derogato mediante convenzione internazionale). Come tutto il diritto internazionale, il diritto di autodeterminazione ratificato da leggi interne, per esempio la Legge n. 881/1977, esso vale come legge dello Stato che prevale sul diritto interno (Cass. Pen. 21-3 1975).

C’è, legittimamente, da chiedersi: come mai popoli come quello Basco e Nord Irlandese non abbiano ancora potuto beneficiare di tale princìpio di autodeterminazione?

Il princìpio di autodeterminazione dei popoli si è sviluppato compiutamente a partire dalla seconda metà del secolo scorso, nel 1945 alla fine della Seconda guerra mondiale. In particolare è stata l’Organizzazione delle Nazioni Unite (ONU) a promuoverne lo sviluppo all’interno della Comunità degli Stati.

LEGGI CLICCANDO QUI SOTTO

ESSENDO UN’INCHIESTA LUNGA ED APPROFONDITA, LA ALLEGHIAMO COMPLETA IN FORMATO PDF QUI (cliccate per leggere).

Nota: in copertina abbiamo riportato solo alcuni dei loghi dei movimenti indipendentisti della penisola

 

- Advertisement -

Correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

Articoli recenti

error: Content is protected !!